Cronaca

Pisa: dopo il comizio tenuto da Roberto Fiore, Forza Nuova continua la battaglia

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Nel pomeriggio di sabato 19 maggio Forza Nuova ha tenuto un comizio con la presenza dell’On. Roberto Fiore e del Vicesegretario Marzio Gozzoli, con diversi interventi sia dei responsabili di Forza Nuova che di Lotta Studentesca, di fronte ad una sentita ed interessata partecipazione cittadina che superava il centinaio di persone; le tematiche affrontate analizzavano nel loro complesso l’assurdità della manifestazione Canapisa in un momento di profonda crisi quale l’attuale contro la necessità dello scendere in piazza per ragioni più serie come la denuncia del signoraggio bancario.
Per rimarcare ciò i militanti di Forza Nuova al mattino del 22 maggio hanno affisso sul ponte ferroviario della Cittadella, accanto ad un telo già lì presente che diceva “Canapisa è antifascista”, uno striscione con la schietta dicitura “L’Italia è nella merda e loro pensano alle canne”, in modo da dare la possibilità alla cittadinanza di visionare e giudicare le differenti premure: siamo poi venuti a sapere come in seguito sia rimasto solo il nostro messaggio, e ciò è chiaramente indicativo di come una buona parte della popolazione stia senza dubbio dalla nostra parte.
Nonostante le pesanti minacce e gli innumerevoli insulti, riscontrati nei nostri confronti all’interno del mondo virtuale, in queste ultime ore, i Forzanovisti continueranno egualmente la giusta battaglia, compiendo un’azione, ovviamente pacifica ma ben dimostrativa, in favore del popolo tutto e contro il sistema turboliberista; quindi rigettando l’ottusa ottica divisoria di “destra e sinistra”, creata ad hoc dal Sistema per meglio poter attuare in via del tutto subdola il classico “divide et impera”, bensì avanzando con forza nuova la lotta di popolo, per spezzare una volta per tutte le catene di questa dittatura bancaria.

Così facendo si poseranno le prime pietre per mettere in atto lo slogan da noi recentemente esposto su un Lungarno, ovverosia, “Facciamo la Rivoluzione, non il Canapisa!”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa: dopo il comizio tenuto da Roberto Fiore, Forza Nuova continua la battaglia

PisaToday è in caricamento