rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Cronaca Centro Storico / Piazza XX Settembre

Pisa precaria, Rebeldia e Cobas: "La città invisibile con migliaia di disoccupati"

Laboratorio delle disobbedienze Rebeldia e Cobas indicono una conferenza pubblica per parlare della stato di precarietà a Pisa, durante il dibattito presenteranno anche un dossier sulle vertenze aperte e sulla situazione specifica in città

Si continua a parlare di precarietà e disoccupazione, due piaghe che da tempo stanno mettendo in ginocchio il nostro Paese. Laboratorio delle disobbedienze Rebeldia e Cobas affrontano il problema organizzando una conferenza pubblica per parlare della stato di precarietà lavorativa a Pisa. Il dibattito è previsto per domani mattina alle 10.30 davanti al Comune di Pisa

"Solo pochi mesi fa  - scrivono -  il Rettore dell'Università annunciava l'assenza di precari all'interno dell'Ateneo pisano eppure ancora oggi registriamo contratti a tempo determinato. La riorganizzazione all'azienda ospedaliera rischia di ridurre dei posti letto e anche posti di lavoro tra personale sanitario, medico e non. Anche gli appalti ospedalieri potrebbero risentire dei tagli della spending review e di altre manovre governative ,esolo la mobilitazione delle lavoratrici ha impedito i licenziamenti".

"E poi c'è il fallimento del Consorzio Pisa ricerche, risalente a pochi mesi fa - continuano, facendo un altro esempio di crisi e precariato -  formato da ditte private ed enti pubblici, a seguito del quale una cinquantina di lavoratori sono stati collocati in mobilità con poche speranze di una ricollocazione visto che nella nostra città si investe sempre meno nella ricerca di base a unico vantaggio di progetti gestiti dal S.Anna e pochi altri. La lista delle situazioni di crisi sarebbe lunghissima, del resto nelle settimane scorse i lavoratori della Crm, della Misericordia hanno portato in piazza la loro rabbia e disperazione ma ancor più numerose sono le situazioni silenti ma non per questo meno gravi. Se guardiamo le statistiche ufficiali, sono oltre 44 mila gli iscritti nella provincia di Pisa al centro per l'impiego, per lo più disoccupati di lungo corso. Il crollo occupazionale nella Valdera ha raggiunto dati impressionanti con la media di 5 posti di lavoro perduti ogni giorno solo negli ultimi mesi"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa precaria, Rebeldia e Cobas: "La città invisibile con migliaia di disoccupati"

PisaToday è in caricamento