Cronaca

Pistoia, Capitale Italiana della Cultura, il sindaco Filippeschi: "Sviluppare i nostri progetti"

Il primo cittadino di Pisa interviene dopo la proclamazione della città pistoiese a Capitale 2017. Soddisfazione espressa dal governatore Enrico Rossi per la vittoria comunque della Toscana

Il sindaco al momento della scelta della Capitale Italiana della Cultura 2017

"Ho telefonato al mio collega Samuele Bertinelli per complimentarmi. Le proposte erano tutte belle e importanti, come ha detto il presidente della commissione di concorso Cammelli. La nostra città di certo portava in dote una notevole base di lavoro fatta d'investimenti europei e comunali in beni culturali, con pochi eguali e di grandi potenzialità future. In questa occasione chiediamo al Ministero dei Beni Culturali certezza dei tempi di realizzazione del Museo delle Navi Antiche, con i finanziamenti già programmati. A Pisa, come alle altre città che non hanno prevalso, resta comunque da sviluppare un bel patrimonio di progetti e di partecipazione di forze della cultura. Ancora una volta, grazie a tutti coloro che hanno dato idee e disponibilità che saranno ancora valorizzate". Questo il commento del sindaco di Pisa Marco Filippeschi dopo l'elezione di Pistoia a Capitale Italiana della Cultura 2017. La città della Torre ancora una volta resta a bocca asciutta e il tema presentato, 'La navigazione tra tradizione e innovazione', non riesce a convincere la giuria.

Soddisfazione espressa invece dal presidente della Regione Enrico Rossi per la scelta comunque di una città toscana. "La decisione, per quanto inaspettata dai più, va a premiare un progetto convincente e condiviso di valorizzazione del patrimonio culturale locale - sottolinea il governatore - credo che alla base della vittoria di Pistoia ci siano progetti come quello del recupero e della valorizzazione anche a scopi culturali dell'antico complesso dell'ex ospedale del Ceppo,
un disegno che vede la Regione come partner. Ne escono confermate anche la vocazione di Pistoia come città dai molti musei, dalle importanti biblioteche e dai numerosi appuntamenti culturali, in grado di spaziare dal Blues, all'antropologia, alle trasformazioni urbane, all'arte contemporanea. La scelta convincente e vincente ritengo sia stata quella di proporre un percorso capace di rendere duraturi e fruibili i servizi sui quali si interviene, nel segno di una cultura diffusa e a tutto tondo".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pistoia, Capitale Italiana della Cultura, il sindaco Filippeschi: "Sviluppare i nostri progetti"

PisaToday è in caricamento