San Giuliano Terme: riparte il mercato settimanale con lo spostamento in piazza Collodi

Lo spostamento, solo temporaneo, è stato deciso dall'amministrazione comunale per permettere la ripresa delle attività. Ma è scontro tra le associazioni di categoria

E' ripartito questa mattina, 26 maggio, il mercato settimanale a San Giuliano Terme nella nuova sede di piazza Collodi. Una decisione, quella di spostare dei banchi dalla sede originaria di Largo Shelley, presa dall'amministrazione comunale "per consentire la ripresa delle attività" ma che ha provocato forti polemiche tra le due associazioni di categoria, Confesercenti e Confcommercio. Secondo l'ordinanza comunale i banchi dovrebbero comunque tornare in Largo Shelly da agosto.

"La riapertura - spiega il sindaco Di Maio - ha bisogno di regole ben precise e di una loro applicazione certosina da parte di chi amministra a livello locale per scongiurare il ritorno a una fase 1 che sarebbe devastante sotto ogni punto di vista. La soluzione individuata è la migliore per consentire, intanto, un'immediata ripartenza commerciale del tradizionale evento del martedì. Il nostro progetto è di tornare nella sede originale, che tutti naturalmente preferiamo, per il 1° agosto. Questo salvo ulteriori provvedimenti regionali o nazionali. Comprendo i disagi degli operatori e degli esercenti della frazione che beneficiano della presenza del mercato: l'ascolto, da parte dell'amministrazione, non verrà mai meno. Affrontiamo insieme anche questa fase".

A promuovere la decisione era stato Roberto Luppichini, presidente di Anva Pisa di Confesercenti che, sottolineando come si trattasse di una decisione temporanea, aveva spiegato come "dopo oltre due mesi di rigida sospensione per tanti operatori era indispensabile trovare una soluzione veloce e concreta, nel rispetto delle normative statali che hanno delegati ai Comuni la responsabilità di garantire la sicurezza dei mercati".

La decisione non era invece piaciuta a Confcommercio Pisa che, dopo la riapertura odierna, torna ad attaccare l'amministrazione comunale. "Il mercato settimanale trasferito in piazza Collodi - afferma il direttore Federico Pieragnoli - è una cosa indegna e chi lo difende come fa qualcun altro dovrebbe vergognarsi per come sono stati sistemati gli operatori. Hanno scelto un luogo più stretto, periferico e totalmente inadatto per ospitare il mercato. Tutto questo senza consultarci. L'esperimento di piazza Collodi è fallito e noi siamo in grado di dimostrare che il mercato di San Giuliano, nel rispetto delle linee guida anti-covid, può svolgersi nella massima serenità e tranquillità in largo Shelley".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Toscana zona rossa, scende l'indice Rt: "Zona gialla prima di Natale"

  • Comune di Pisa: nuovi bandi per assumere un falegname, un elettricista e un agronomo

  • "Pronto Polizia, non abbiamo più niente da mangiare", e gli agenti donano due pizze

Torna su
PisaToday è in caricamento