Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Sicurezza, Polizia Municipale sempre più attrezzata: arrivano i cani

L'unità cinofila sarà composta da due agenti specializzati e da due cani di razza Springer e verrà utilizzata per i controlli sul territorio e nelle scuole

Nasce, su richiesta del comandante Michele Stefanelli, l'unità cinofila della Polizia Municipale di Pisa. E' una delle novità presentate questa mattina, venerdì 17 novembre, durante la conferenza stampa in cui è stato illustrato il nuovo piano del personale del Comune di Pisa. "Sarà formata da due agenti altamente specializzati - spiega Stefanelli - e verrà utilizzata sia a scopo repressivo che a scopo preventivo per aver un controllo più penetrante del territorio". I due agenti saranno selezionati con un bando che nelle intenzioni del Comune dovrebbe essere pubblicato a gennaio 2018. "L'obiettivo - ha spiegato ancora Stefanelli - è quello di partire entro i prossimi 6-8 mesi con le prime esercitazioni. Poi, dopo una fase di addestramento che dovrebbe durare circa 6 mesi, saranno pronti per scendere in strada".

L'unità, che potrà essere utilizzata in ausilio alle unità cinofile di cui sono già dotate Polizia e Carabinieri, sarà utile per contrastare lo spaccio e le attività illecite durante i controlli degli agenti nelle strade della città, ma anche per svolgere controlli nelle scuole cittadine. "Personalmente - ha proseguito Stefanelli - ho sperimentato il servizio già a Pontedera, dove esiste una convenzione con la Polizia Municipale di Prato, che è stata una delle prime in Italia a dotarsi di questa unità. I risultati sono stati più che positivi. L'unità cinofila rappresenta infatti un valore aggiunto per diversi motivi: innanzitutto perchè è difficilissimo sfuggire ai cani e in secondo perchè non possiamo perquisire tutti, e dunque con l'ausilio di questi animali possiamo effettuare controlli più mirati".

A dimostrazione dei buoni risultati ottenuti in precedenza Stefanelli cita un episodio accaduto quando era a capo della Polizia Municipale di Pontedera. "Durante un controllo in una scuola della città - spiega il comandante - i cani ci permissero di ritrovare nei bagni 120 grammi di hashish nascosti in un posto in cui non avremmo mai guardato se non avessimo avuto l'aiuto degli animali". I cani che verranno utilizzati durante i controlli "saranno acquistati da centri specializzati del nord Italia - spiega ancora Stefanelli - e saranno di razza Springer, una delle più performanti per questo genere di operazioni. Ogni cane sarà associato ad un agente-conduttore, il quale sarà una sorta di vero e proprio padrone. Gli animali andranno infatti a casa con loro: è infatti dimostrato che in questo modo si crea una sorta simbiosi ed empatia molto più forte tra l'animale e l'agente-conduttore".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, Polizia Municipale sempre più attrezzata: arrivano i cani

PisaToday è in caricamento