rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Cronaca

'Portachiavi d'Amore' alla Sartoria Sociale 'Punto e a capo'

Prima iniziativa dal 9 febbraio per la festa degli innamorati al laboratorio "che rigenera vestiti e vite": in omaggio, con riparazioni o un acquisto, il piccolo oggetto a tema

Nasce a Pisa la Sartoria Sociale che trasforma la sofferenza e la fragilità in riscatto ed opportunità partendo dal lavoro e dalla creatività. Una seconda chance proprio come quei capi senza futuro che le artigiane del laboratorio sartoriale della rete Agal, Agenzia di Accompagnamento al lavoro, creata da Arnera, Aforisma e Acli Pisa, rigenerano e riadattano esattamente come fanno con le loro vite. E allora quel 'Punto e a Capo', così si chiama laboratorio sartoriale, recycle lab e social shop, rappresenta la fine ed il contestuale inizio di una nuova prospettiva di inclusione ed integrazione.

"C’è molto di più dietro un semplice orlo o una cucitura: ci sono storie di rinascita, mai facili e mai scontate, di donne di tutte le etnie che mediante il lavoro e la manualità sono tornate ad abbracciare la vita. Le violenze e la sfortuna fanno parte del passato. Ora sono capaci di guardare avanti", spiega Stefano Carboni, responsabile di Arnera. "La Sartoria Sociale è un’esperienza moderna ed attualissima attorno alla quale si intrecciano gli obiettivi del terzo settore e dell’ambiente: creiamo posti di lavoro e stimoliamo l’autoimprenditorialità attraverso l’inclusività di soggetti svantaggiati con quelli del riciclo creativo. E' contemporaneamente un laboratorio artigianale, un atelier e un esercizio commerciale che ha l’ambizione di diventare presto capace a camminare con le proprie gambe". 

Ospitato all’interno di Ikea di Pisa, che ha messo a disposizione lo spazio e le attrezzature necessarie per realizzare il progetto, la Sartoria Sociale è al servizio non solo dei clienti del negozio ma di tutta la comunità offrendo il carnet completo di una sartoria tradizionale, orli, cuciture, rammendi e l’applicazione di toppe a quelli modernissimi e di sempre più attualità del fashion upcycling reinventando capi e accessori usati. "Il riutilizzo etico degli scarti permette un’economia sostenibile ed ecologica in cui il cliente sostiene lo shopping solidale - spiega Grazia Ambrosino, Presidente di Soc. Coop. Aforisma - in queste dinamiche il cliente non acquista soltanto una manifattura artistica e artigianale, ma promuove percorsi di riscossa personale". La Sartoria Sociale offre un blocco di servizi molti dei quali oggi non facilki da trovare: "Dalle riparazioni sartoriali, alla trasformazione di vecchi tessuti in nuovi prodotti, dall’orlo delle tende all’allestimento degli spazi del punto vendita di Ikea Pisa solo per dirne alcuni. E il lavoro è personalizzato - spiega Nicola Petrilli di Aforisma - vengono esauditi i desideri dei clienti confezionando prodotti partendo dai prodotti Ikea selezionati".

Per promuovere la sartoria sociale la rete Agal ha in programma una serie di iniziative con cadenza periodica. Primo appuntamento a San Valentino con l’iniziativa 'Portachiavi d’Amore', il simpatico accessorio sarà dato in omaggio nella settimana dal 9 al 12 febbraio a coloro che, per la festa degli innamorati, decideranno di uscire dagli schemi regalando una riparazione sartoriale di un capo del partner, un capo personalizzato o un accessorio creato da stoffe riciclate. "E’ un atto d’amore verso il partner e verso il pianeta - spiega Anna Maria Funghi di Arnera - la Sartoria Sociale vuole essere anche un punto di riferimento per tutti coloro che vogliono dare una seconda opportunità alle persone e al proprio guardaroba. Con la Sartoria Sociale scopriamo che la diversità è forza, che i rifiuti non esistono, che l’essere umano non è solo manodopera e che non ruota tutto intorno al business". 

La Sartoria Sociale è aperta dal giovedì al venerdì dalle 14 alle 19 e sabato e domenica dalle 10 alle 19 al piano terra di Ikea Pisa di fronte all’area clienti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Portachiavi d'Amore' alla Sartoria Sociale 'Punto e a capo'

PisaToday è in caricamento