Due positivi al Covid nel magazzino di spedizioni, lavoratori in sciopero: "Vogliamo fare i tamponi"

Succede a Crespina, presso il centro di smistamento della Bartolini, in cui operano oltre 200 persone

(foto d'archivio)

E' partita ieri sera, 30 settembre, un'agitazione spontanea dei lavoratori del turno di notte operanti presso il centro di spedizioni della Bartolini a Lavorìa, nel Comune di Crespina Lorenzana. E' forte infatti la preoccupazione dei dipendenti della 'On-Board srl' di Cusano Milanino, ditta che ha in appalto le attività di movimentazione merci, con oltre 200 dipendenti complessivi: la scorsa settimana in due sono risultati positivi al tampone per il Coronavirus, così adesso i lavoratori chiedono a gran voce che i test siano fatti a tutti, per tutelare loro stessi e le rispettive famiglie. 

Subito dopo il riscontro delle analisi, 4 dipendenti che lavoravano a stretto contatto con i contagiati sono stati sottoposti al tampone. "I risultati sono arrivati ieri - fanno sapere dal sindacato Filt-Cgil che si interessa del caso - e fortunatamente nessuno è risultato positivo. Sappiamo che la Asl sta facendo delle valutazioni sui livelli di rischio del contesto lavorativo. Noi dal canto nostro abbiamo chiesto all'azienda di prendere ulteriori provvedimenti, chiedendo ad esempio di eseguire i test sierologici, per poi in caso eseguire i tamponi di riscontro in modo mirato".

Intanto il lavoro prosegue, fra mascherine e distanziamento, nei limiti del possibile. Il centro di smistamento è molto trafficato, con decine e decine di camion in transito al giorno. La mobilitazione con il presidio sarà replicata anche stanotte, a partire dalle ore 19.

"I lavoratori - valutano dal sindacato - hanno agito autonomamente, non si sono sentiti ascoltati dall'azienda. C'è grande preoccupazione, la situazione è fluida e difficile per tutti". L'obiettivo, comune, è quello di scongiurare lo scoppiare di un focolaio

Nel pomeriggio di oggi, aggiorna la Filt-Cgil alle ore 18.15, "a seguito di una telefonata, l'azienda si è impegnata nei prossimi giorni ad attivare una stazione mobile per i test sierologici e, nel caso, per i tamponi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Toscana zona rossa, scende l'indice Rt: "Zona gialla prima di Natale"

Torna su
PisaToday è in caricamento