Cronaca

Solidarietà: pranzo di Natale alla Chiesa di San Matteo per i meno fortunati

La comunità di Sant'Egidio ha organizzato presso la chiesa l'iniziativa che ha accolto 130 ospiti e 40 volontari. Oltre al pranzo consegnati regali per ogni intervenuto

Un pranzo di Natale per i meno fortunati. La comunità di Sant'Egidio ha organizzato l'iniziativa presso la Chiesa di San Matteo, 40 volontari hanno servito ai tavoli per 130 ospiti. Menù ricco con affettati, formaggi, sottoli, melanzane, lasagne di carne e al pesto, polpette e pollo halal, bietole, piselli, sformati, frutta e dolce.

Fra i partecipanti i profughi fuggiti dalla Libia che frequentano la scuola di lingua della Croce Rossa, immigrati che studiano nella scuola lingua e cultura della comunità di Sant'Egidio, anziani ospiti della residenza Villa Isabella e tanti italiani e stranieri i cui figli frequentano la scuola della pace, il doposcuola della comunità.

Al termine del pranzo sei Babbo Natale hanno portato doni personalizzati per tutti i presenti, tutti regali nuovi scelti uno per uno a seconda dei desideri e dei bisogni delle persone. Durante l'iniziativa è intervenuto il Sindaco di Pisa Marco Filippeschi, insieme al presidente della Croce Rossa Antonio Cerrai, salutando tutti i presenti e sottolineando l'importanza della solidarietà.

I volontari hanno aiutato cucinando, servendo ai tavoli, scegliendo e impacchettando i regali. Tra loro le signore immigrate che frequentano la scuola di lingua e cultura italiana della comunità di Sant'Egidio e le molte persone che hanno letto e sentito dell'iniziativa e hanno contattato la comunità per aiutare.

"E' stato un grande pranzo in famiglia con le persone che frequentano la comunità - spiega Sabatino Caso rappresentate della comunità di Sant'Egidio a Pisa – un grazie a tutti coloro che hanno dato  una mano e ai tanti commercianti del quartiere e del centro che hanno contribuito con i regali e non solo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Solidarietà: pranzo di Natale alla Chiesa di San Matteo per i meno fortunati

PisaToday è in caricamento