Cronaca Cisanello / Via Valentino Baldacci

Dsu e Fossabanda, Sinistra per... spinge: "Si può e si deve fare"

Raccolta firme e pranzo sociale al Polo Piagge per sensibilizzare gli studenti sull'emergenza abitativa dei borsisti: su 2977 idonei solo 1577 sono i posti letto disponibili. Anche la mensa di via Betti è al collasso. "Servono risposte immediate"

Torna più che mai d'attualità il dibattito sul destino del complesso di Santa Croce in Fossabanda, proprio nel giorno della presentazione del progetto di riqualificazione da parte dell'amministrazione comunale. Dopo l'uscita della graduatoria definitiva sono ben 1420 gli idonei non vincitori che, invece di un posto letto, riceveranno dall'Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario un contributo mensile per l'affitto pari a 165 euro, cifra che allevia ma non elimina il disagio di chi avrebbe diritto all'alloggio. Inoltre nella zona del nuovo Polo Piagge si acuiscono i problemi dovuti alla concentrazione degli studenti: la mensa di via Betti non è in grado di affrontare l'enorme flusso di studenti dell'area che, calcolano i ragazzi di Sinistra per..., si aggira sulle 5000 unità giornaliere. Per questi motivi il sindacato studentesco spinge ancora per l'utilizzo della struttura di via Baldacci come mensa e alloggi per gli studenti, anche alla luce del disinteresse all'acquisto mostrato dalle Scuole Sant'Anna e Normale di Pisa.

"Ci sono file enormi sia ai bar convenzionati che alla mensa - racconta Jessica Bandinelli, rappresentate degli studenti di Scienze Politiche - capita spesso che gli stessi borsisti siano costretti per ragioni di tempo a pagarsi il pranzo. Abbiamo sottoposto questionari agli utenti delle mense e via Betti è al collasso. Dovrebbe essere usata anche come aula studio, ma è impossibile: i tempi  non sono mai rispettati".

Sembra che la direzione intrapresa lo scorso 21 ottobre alla Conferenza Università Territorio, dove Sinistra per... aveva proposto la concessione dell'immobile al Dsu, sia in realtà percorribile. Lo spiega la coordinatrice Marianna Nardi: "Stamani si teneva una conferenza fra Dsu, Regione, Comune e Università. Il nostro rappresentante ci dice che c'è stato ancora un disinteresse forte delle scuole d'eccellenza ed una indicazione chiara della Regione per favorire la trattativa fra Dsu e il Comune. Si parla di una concessione di 4 anni con un canone da concordare". Un passo avanti importante. La Normale prima ed il Sant'Anna poi avevano mostrato l'intenzione di poter acquistare la struttura, interesse poi cessato per la prima e smentito dalla seconda. "Lo dicevamo un mese fa e lo diciamo ancora - prosegue la Nardi - Fossabanda è una soluzione immediata all'emergenza. I nuovi interventi di San Cataldo e via Paradisa porteranno 800 nuovi alloggi, ma ancora non ci sono e comunque con il passare del tempo potrebbero non bastare. Attendiamo ancora un coordinamento virtuoso tra enti pubblici per avere risposte concrete".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dsu e Fossabanda, Sinistra per... spinge: "Si può e si deve fare"

PisaToday è in caricamento