Cronaca

Cnr: i ricercatori precari in Senato

Va avanti l'agitazione dei lavoratori contro i tagli alla ricerca. In supporto anche il sindaco Filippeschi

Lavoratori e lavoratrici precari del Cnr, da settimane in protesta contro i tagli alla ricerca, ricevuti in Senato oggi, 15 novembre, dalla Commissione Istruzione, Ricerca e Cultura, in un incontro promosso dal sindaco di Pisa Marco Filippeschi, coordinato dalla vicepreresidente del Senato Rosa Maia Di Giorgi, al quale hanno partecipato i rappresentanti di molti gruppi parlamentari.
"La nostra presenza in Senato è stata un gesto molto forte di pressione e di dialogo. Un modo assai concreto di azione perché la lotta dei precari del Cnr possa dare risultati. La delegazione si è dimostrata molto preparata e combattiva. C’è da esserne orgogliosi. Ciò stimola ad aumentare la pressione" sottolinea il primo cittadino pisano.

"La delegazione non ha rappresentato solo l'Area di ricerca di Pisa, ma anche altre città - prosegue Filippeschi - la battaglia per la stabilizzazione sta prendendo una dimensione nazionale com'è giusto che sia, poiché i precari dei centri di ricerca, spesso da lungo tempo in queste condizioni, che vantano diritti sacrosanti, sono ottomilaottocento. E perché l'obiettivo che si pone è strategico, riguarda il futuro dell'Italia, di un paese che ha impoverito la ricerca e assiste al fenomeno patologico della migrazione intellettuale". 

"C'è consapevolezza. Si lavora per un emendamento che abbia la consistenza necessaria - conclude Filippeschi - per dare attuazione al decreto Madia. C'è l'intento di vincolare ad un percorso certo di stabilizzazione il prossimo Governo e il nuovo Parlamento, nella legislatura che verrà. La legge di stabilità dunque è il banco di prova decisivo. Saranno programmate altre azioni per dare visibilità alla lotta, per la svolta necessaria".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cnr: i ricercatori precari in Senato

PisaToday è in caricamento