Premi Feltrinelli: tra i vincitori due studiosi Normalisti

A essere premiati Salvatore Carannante, ex allievo della Scuola Normale, per il settore Scienze filosofiche e il professore emerito della Normale Gian Biagio Conte

A Salvatore Carannante - allievo del corso ordinario della Scuola Normale, nella quale si è anche perfezionato in Storia della filosofia moderna e contemporanea nel 2016 -  è stato assegnato il Premio Feltrinelli Giovani per il settore “Scienze filosofiche”. Il premio ammonta a 50.000 euro.

I prestigiosi Premi Antonio Feltrinelli sono assegnati dall’Accademia Nazionale dei Lincei grazie al fondo Antonio Feltrinelli, un patrimonio autonomo e inalienabile, gestito dall'Accademia Nazionale dei Lincei al fine di conferire premi nazionali e internazionali a persone che si siano rese illustri nelle scienze e nelle arti. Nel 2020 sono stati indirizzati agli studiosi di “Scienze morali e storiche”. I quattro Premi “Antonio Feltrinelli Giovani”, riservati a cittadini italiani che non abbiano superato il 40° anno di età alla data del 31 ottobre 2019, sono stati assegnati anche i settori Filologia e Linguistica, Storia e cultura della musica Storia e geografia.

Carannante, che è stato anche borsista post doc presso l’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento, a Firenze, ed è attualmente assegnista di ricerca presso l'Università di Pisa, ha partecipato come relatore a vari convegni nazionali e internazionali. I suoi interessi di studio riguardano la filosofia moderna e in particolare l’opera e il pensiero di Giordano Bruno. Sul filosofo di Nola ha scritto tre monografie - Giordano e la caccia divina (2013), Giordano Bruno e la filosofia moderna. Linguaggio e metafisica (2016), Unigenita natura. Dio e universo in Giordano Bruno (2018). A Hegel interprete di Machiavelli è invece dedicata la sua quarta monografia, Un Teseo per la nuova Germania. Hegel e Il Principe (2018). Carannante è anche autore di vari articoli su riviste, contributi in volume e numerose voci enciclopediche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra i premiati di quest’anno anche il professore emerito della Scuola Normale Gian Biagio Conte, per la sezione Filologia e Linguistica. Tra i più insigni latinisti a livello internazionale, Conte ha insegnato Letteratura latina prima a Siena poi a Pisa (Università poi Scuola Normale Superiore) e anche, per lunghi periodi, a Oxford, Cambridge, Princeton, Berkeley, Stanford. È Corresponding Fellow della British Academy e Socio Ordinario dell’Accademia Nazionale Virgiliana di Mantova.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nella notte a San Piero a Grado: muore 26enne

  • Ripartenza scuola e Coronavirus: mezza classe del liceo in quarantena a Pontedera

  • Coronavirus a scuola, tre studenti positivi: quarantena per compagni di classe e insegnanti

  • Cadavere di un anziano trovato in un fosso in zona La Fontina

  • Coronavirus in Toscana, 143 nuovi casi: 38 positivi in più a Pisa

  • Piogge e temporali in Toscana: scatta l'allerta meteo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento