menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Online il tradizionale premio 'Domenico Marco Verdigi' di San Giuliano Terme

Saltato il bando per il Coronavirus, il riconoscimento viene attribuito alle associazioni che hanno prestato supporto alle fasce più deboli

Il 2020 e l'emergenza sanitaria Covid-19 ha rivoluzionato anche il premio 'Domenico Marco Verdigi'. Giunto alla sedicesima edizione, per decisione congiunta dell'omonima associazione, dei genitori di Marco, Andrea e Carla Verdigi, e dell'amministrazione comunale di San Giuliano Terme, non è stato stato infatti pubblicato il tradizionale bando, facendo ricadere la scelta dell'assegnazione del premio su alcune realtà che si sono contraddistinte a partire dalla prima fase dell'emergenza sanitaria (e sociale). La premiazione avrà luogo sabato 28 novembre alle 11 sulla piattaforma Zoom, dove le autorità potranno intervenire. Il pubblico avrà modo di seguire la cerimonia in diretta streaming sulla pagina Facebook del sindaco Sergio Di Maio e su quella del Comune di San Giuliano Terme.

Saranno premiate le associazioni che in questi mesi di emergenza sanitaria e sociale si sono distinte per il supporto all'amministrazione nelle iniziative di sostegno alle fasce più deboli della comunità. Eccole: 'Talenti Autistici', fondata nel 2011 e che raccoglie genitori di bambini, ragazzi e adulti con sindrome dello spettro autistico residenti nella zona di Pisa, Valdera e Valdicecina; la Sava - Squadra Antincendio Volontari Asciano, che coordina il sistema di Protezione Civile comunale; l'Osservatorio delle povertà e della solidarietà del Comune di San Giuliano Terme. Il premio 2020 ha il patrocinio e il contributo della Provincia di Pisa, del Comune di Pisa e della Società della Salute zona pisana.

L'edizione 2020 del premio, seppur in forma ridotta, ha un valore simbolico ancora più importante: il 27 novembre 2020 Marco avrebbe compiuto quarant'anni.

Il premio 'Domenico Marco Verdigi' è nato nel 2005 per volere dei genitori di Domenico Marco ed è legato alla memoria del giovane sangiulianese di San Martino a Ulmiano che il 21 agosto del 2004 perse la vita a Marina di Pisa dopo aver salvato due bambini dal mare in tempesta. Quel gesto gli valse la Medaglia d'oro al merito civile per volere dell'allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.

"Quella di Domenico Marco è una storia che ha segnato, segna e segnerà per sempre la nostra comunità - afferma la vicesindaca Lucia Scatena - anche in questo anno sfortunato non abbiamo voluto fare a meno di condividere un momento speciale che ci fa riconoscere come una cosa sola, al di là di ogni differenza, promuovendo la cultura della solidarietà e dell'inclusività. Il prossimo anno contiamo di poter riprendere la classica cerimonia al Teatro Rossini di Pontasserchio. Un grande abbraccio a Carla e Andrea e un grazie al mondo del volontariato per l'impegno e la costanza".

"Tra i premiati sono felice di trovare due realtà che operano tutti i giorni per le persone meno fortunate e in difficoltà nel nostro territorio comunale (e oltre) - conclude il sindaco Sergio Di Maio - sabato 28 novembre, seppur in forma ridotta, sarà l'occasione per ringraziare il mondo del volontariato per il contributo che da dieci mesi sta dando alla nostra comunità in questo momento drammatico. Abbiamo fortemente voluto organizzare la cerimonia coi mezzi che abbiamo a disposizione perché il premio Verdigi custodisce i valori sui quali San Giuliano Terme e ogni singola frazione si fonda e si riconosce. E per noi che abbiamo l'onore di amministrare questo Comune rappresenta una straordinaria fonte di ispirazione. Grazie a Carla, ad Andrea, alla Sava, all'Osservatorio e a chi, in generale, dona il proprio tempo agli altri in maniera disinteressata".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento