rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Cascina

Premiato il biker cascinese che ha gareggiato alla Dakar 2022

Leonardo Tonelli ha ricevuto una targa commemorativa dall'amministrazione comunale

Il pilota cascinese Leonardo Tonelli ha partecipato all’ultima edizione della Dakar, destreggiandosi tra le dune di sabbia in sella alla sua Husqvarna 450 Rally Factory Replica. Per questo è stato premiato dall’amministrazione comunale con una targa, "per essersi distinto alla Dakar 2022 come pilota più giovane di sempre e per aver dato lustro a Cascina". Ha così ricevuto l’attestato dalle mani del sindaco Michelangelo Betti e dell'assessora Giulia Guainai.

"E' quasi come una droga, non ne puoi più fare a meno - ha raccontato Leonardo Tonelli - la prima edizione è come una secchiata di acqua ghiaccia in faccia, ti scombussola e ti serve per capire con cosa hai a che fare. Per questo ho deciso di iscrivermi anche alla prossima edizione. Facciamo una media di 650 km al giorno in sella, con un minimo di 8 ore nella tappa più corta: è massacrante e serve una preparazione accurata. Ho una preparatrice atletica specializzata nel motociclismo, dobbiamo allenarci a stare in sella tante ore oltre alla palestra".

In pratica ci vuole quasi un anno per preparare una gara come la Dakar, dovendo anche fare i conti con la mancanza di percorsi adeguati per allenare il fisico a quel tipo di sforzo. "Questa è una grande lacuna per il nostro Paese, perché laggiù le distanze e gli spazi sono enormi, mentre qui non c’è il concetto di grande. La Sardegna è la regione più 'ruvida', quella che ti permette di fare allenamenti più lunghi senza disturbare le persone. Capisco che le moto diano fastidio con il loro rumore, anch’io sono un’amante della natura e mi piace il bosco a 360 gradi. Conosco il Serra come le mie tasche, ma lì con la moto non vado perché ci sono tante persone a piedi o in bici ed è pericoloso. La prossima settimana andrò a fare un allenamento in Sardegna di 4 giorni, con tappe di 300 km al giorno: e lì posso assicurare che per tutto il percorso non incontri nessuno".

"Abbiamo deciso di dare questo piccolo riconoscimento a Leonardo - ha commentato il sindaco Michelangelo Betti - per ringraziarlo di aver portato il nome di Cascina a una manifestazione internazionale così prestigiosa. La sua grinta e la determinazione nel voler raggiungere gli obiettivi prefissati sono un esempio per i giovani e non possiamo che augurargli le migliori fortune, sperando che già a partire dal prossimo anno, visto che parteciperà di nuovo alla Dakar, possa ottenere quei miglioramenti necessari per arrivare a grandi traguardi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premiato il biker cascinese che ha gareggiato alla Dakar 2022

PisaToday è in caricamento