Cronaca

Una vita salvata e un premio nazionale: tributo a due maestre delle scuole primarie pisane

Sono Biancamaria Ruggiero e Irene Luperini ad essere state ringraziate dall'amministrazione in una cerimonia al Giardino Scotto

L’assessorato alle politiche educative e scolastiche del Comune di Pisa ha voluto festeggiare due maestre delle scuole primarie cittadine che, per due motivi diversi, hanno compiuto gesti straordinari. La cerimonia si è tenuta giovedì 23 settembre al Giardino Scotto, dove Biancamaria Ruggiero e Irene Luperini sono state ricevute e premiate dall’assessore Sandra Munno, alla presenza delle autorità cittadine, dei dirigenti scolastici dei due istituti comprensivi e degli alunni delle due classi.

Biancamaria Ruggiero si è distinta per aver salvato un alunno della sua classe che, durante il momento della ricreazione, ha rischiato di soffocare per un boccone che gli ha ostruito la gola. L’incidente è avvenuto nei primi giorni di febbraio 2021, presso la scuola Damiano Chiesa di Pisa, nella classe V dello scorso anno scolastico. Il bimbo si è accasciato improvvisamente sul banco: la maestra, richiamata dalle urla dei bambini, ha subito verificato che il bambino non riusciva a respirare e riuscendo a mantenere la calma di fronte alla situazione tragica ha iniziato a mettere in atto la manovra di Heimlich che aveva imparato frequentando un corso per il primo soccorso con i medici rianimatori dell’Ospedale di Cisanello. Fortunatamente, dopo tre o quattro spinte, la maestra è riuscita a liberare la gola del bambino che ha ricominciato a respirare, senza riportare conseguenze dannose per la propria salute.

Irene Luperini si è distinta per essersi aggiudicata, insieme alla classe II dell’anno scolastico 2020-21 delle scuole Parmini di Pisa, il premio Leone d’Argento per la Creatività messo in palio dalla Biennale di Venezia, grazie al progetto 'Radio Allegria. La Radio della Pandemia'. Il progetto della radio nasce nel 2020 durante il lockdown per permettere all’insegnante e agli alunni di comunicare in modo costante, interattivo e creativo. Il progetto, tutt’ora attivo, si prefigge l’obiettivo di stimolare la comunicazione creativa tramite l’uso di strumenti multimediali di facile reperibilità (smartphone o tablet) lavorando a distanza: rubriche che spaziano da racconti, a letture, ricette, aneddoti, musica e altro ancora, che hanno permesse ai bambini, insieme alle loro famiglie, di rimanere collegati e condividere tanti momenti della giornata trascorsa in casa durante il lockdown. Il progetto è stato premiato nell’ambito del concorso 'La Biennale Educational – Carnevale 2021' a cui hanno partecipato istituti scolastici da tutta Italia.

"Come Amministrazione Comunale - ha spiegato l’assessore Sandra Munno - abbiamo ritenuto doveroso premiare due insegnanti delle scuole primarie pisane che nell'adempimento del loro dovere si sono particolarmente distinte, anche se per diverse ragioni, che meritano sicuramente il nostro riconoscimento. Nel caso della maestra Ruggiero, la sua prontezza, la sua preparazione e il suo sangue freddo hanno permesso di salvare la vita ad un bambino che era rimasto senza possibilità di respirare. Un gesto eccezionale che ha permesso di evitare una tragedia e che dà l'occasione di parlare dell'importanza della formazione degli insegnanti anche nelle discipline del pronto intervento. Nel caso della maestra Luperini, vogliamo invece dare un riconoscimento ad un’insegnate che non si è arresa di fronte all’ostacolo delle lezioni a distanza e del lockdown che aveva confinato tutti i bambini nelle proprie case, inventandosi uno strumento di comunicazione che fosse alla portata dei bambini e permettesse loro di rimanere uniti, scambiandosi racconti ed emozioni della particolare situazione che stavano vivendo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una vita salvata e un premio nazionale: tributo a due maestre delle scuole primarie pisane

PisaToday è in caricamento