rotate-mobile
Cronaca Pontedera

La carica dei 700: la Mangialonga ritorna con un'edizione da record

E' boom di iscritti per la 16° edizione del 5 giugno, che riannoda il filo dopo due anni di stop causati dalla pandemia

La Mangialonga ritorna dopo lo stop di due anni a causa del Covid e fa subito il boom di iscritti. Saranno quasi 700 le persone che domenica 5 giugno si ritroveranno al centro ippico Lo Scoiattolo di Treggiaia  per vivere assieme una passeggiata nell'eccellenza enogastronomica sulle colline e tra i borghi nel Comune di Pontedera. Ecco i numeri: edizione numero 16, con 642 adulti e 45 bambini. 42 volontari sul percorso (14 Associazione Carabinieri, 12 Radioamatori, 4 Cai, 6 Pubblica Assistenza, 6 Misericordia), 3 realtà del territorio impegnate nell'organizzazione assieme all'amministrazione comunale (Gruppo Sportivo Treggiaia, Gruppo Culturale Ricreativo Il Mattone e Montecastello in Festa), 1 Kit fornito a tutti i partecipanti (che comprenderà anche un cappellino), 13 i chilometri da percorrere su sentieri immersi nel verde, fra Treggiaia, Montecastello e La Rotta. Sette le tappe previste con vari banchi di assaggi dei prodotti tipici del territorio, accompagnati dai vini, posizionati lungo il percorso, per un programma di grande qualità, sia ambientale, che legato alle degustazioni.

"Una bellissima risposta in termini di partecipazione e richieste che sono arrivate in grande quantità - spiega il vicesindaco di Pontedera Alessandro Puccinelli - La situazione pandemica ci ha costretti ad agire con cautela e purtroppo non è stato possibile andare oltre determinati numeri. Ci fa piacere vedere questa grande voglia di stare insieme e questa attenzione per la Mangialonga, che continua ad avere un grande appeal per i cittadini di Pontedera e per molti che arrivano da fuori. Il prossimo anno speriamo di ripartire a vele spiegate e con numeri ancor più importanti. I ringraziamenti - aggiunge Puccinelli - vanno a chi si è prodigato per l'organizzazione e agli uffici comunali che hanno lavorato veramente in maniera notevole per far sì che questa edizione si svolgesse. Un pensiero anche per Renzo Bartoli, ideatore di questa manifestazione sul territorio locale".

Tra le novità di quest'anno un punto dedicato alla cultura e organizzato dalla biblioteca Giovanni Gronchi. Gli addetti della biblioteca dei ragazzi svolgeranno infatti letture ad alta voce al santuario della Madonna di Ripaia a Treggiaia, uno dei punti toccati dal percorso della Mangialonga. Fondamentale anche il contributo offerto alla manifestazione dagli sponsor, Giusti Auto, Banda Popolare di Lajatico e Conad. "Siamo felici di poter sostenere e di partecipare alla Mangialonga 2022 di Pontedera: un’iniziativa di enorme valore che finalmente può tornare a raccogliere le numerose adesioni e gli apprezzamenti che le sono stati riservati prima dei due anni di stop a causa della pandemia - dichiarano Paolo Guerrieri e Paolo Ercolani, soci di Conad Nord Ovest - Ci teniamo a ringraziare l’organizzazione comunale per aver realizzato nuovamente questo splendido progetto che permetterà ai nostri cittadini ed ai turisti di conoscere e degustare le eccellenze enogastronomiche del nostro territorio, attraverso una passeggiata ecologica tra le bellezze naturalistiche ed i borghi medievali. Un’occasione unica che ben si sposa con i valori di Conad Nord Ovest, da sempre vicina alle persone e al territorio, attiva e protagonista nella comunità nel valorizzare e sostenere le economie locali. Per noi è motivo di grande orgoglio ribadire il nostro impegno ed essere ancora una volta presenti ad un evento che arricchisce ulteriormente il territorio toscano e che permette di far scoprire ed apprezzare le nostre tradizioni culturali ed enogastronomiche”. Per Simone Macelloni della BpLaj "Si tratta di un evento importante e che ha riscosso un notevole successo di partecipazione, che testimonia il lavoro organizzativo teso a valorizzare le eccellenze del territorio".

Le partenze della Mangialonga saranno scaglionate (tra le 10 e le 13 all'incirca) e l'arrivo è previsto al parco fluviale La Rotta, dove i partecipanti avranno a disposizione un servizio di bus navetta gratuito per il ritorno. L'organizzazione delle degustazioni è curata da Enrico Bimbi, presente stamani in Comune, al tavolo organizzato a poche ore dall'evento, dove era seduta anche Maria Bagagli, dell'azienda Col Di Conca, una tra le tante della zona della quale sarà possibile assaggiare i prodotti. "Abbiamo scelto il meglio in tutti i campi - ha detto Bimbi - e siamo soddisfatti per la grande risposta che abbiamo avuto". Mattia Belli, assessore comunale, ha sottolineato "la valenza ambientale della Mangialonga, che attraverserà percorsi di importante rilevanza naturale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La carica dei 700: la Mangialonga ritorna con un'edizione da record

PisaToday è in caricamento