Cronaca Porta a Lucca / Via Antonio Rosmini, 61

Nuova Arena, ecco i progetti: "Riqualificheremo un'intera area della città"

Entro un paio di settimane dovrebbe essere scelto il progetto vincitore. L'obiettivo è quello di ottenere i permessi a costruire entro la primavera 2018. Investimento da 30 milioni di euro

L'Arena Garibaldi ora

Sette progetti per realizzare la nuova 'Arena Garibaldi' con l'obiettivo di riuscire ad ottenere i permessi a costruire entro la primavera del 2018. A quel punto, se tutto dovesse 'filare liscio', potrà poi partire la riqualificazione dello stadio per completare la quale serviranno almeno 18-24 mesi di lavori. Il tutto da realizzare grazie ad un investimento di circa 30 milioni di euro. Un progetto sportivo ma non solo, visto che nelle intenzioni di società e amministrazione comunale dovrà portare benefici e valore aggiunto al quartiere di Porta a Lucca ed ai suoi residenti, ridisegnando la mobilità dell'area e dotando il quartiere di maggiori servizi.

I sette progetti sono stati presentati ufficialmente questa mattina, lunedì 25 settembre, a Palazzo Gambacorti, anche se la filosofia e i dettagli di ognuno di essi saranno 'svelati' solamente nell'incontro pubblico che si svolgerà oggi pomeriggio dalle 18.30 al Palazzo dei Congressi. "Quello dello stadio - ha esordito il sindaco Marco Filippeschi - è un progetto condiviso da società e amministrazione comunale, che auspichiamo possa essere realizzato nei tempi più rapidi possibili. Avere un impianto del genere vicino a piazza dei Miracoli è un'opportunità di business importante, ma questo progetto sarà affiancato da progetti di miglioramento urbano del quartiere". 

Delle sette proposte progettuali ne rimarrà solo una: nei prossimi giorni verrà infatti costituito un comitato tecnico che dovrà scegliere, entro un paio di settimane, il progetto migliore. "Il nuovo stadio - ha detto il presidente nerazzurro, Giuseppe Corrado - era uno dei punti cardine del nostro progetto strategico quando abbiamo deciso di acquistare la società. Cercheremo di portarlo a termine nel più breve tempo possibile. L’Arena è uno stadio ormai vecchio che crea difficoltà al quartiere nei giorni delle partite, il nostro progetto va oltre il calcio perchè mira a riqualificare un'intera area urbana. Il nuovo stadio sarà un contenitore che dovrà essere aperto ai cittadini non solo la domenica, ma 365 giorni l'anno con servizi e offerte culturali (concerti e spettacoli ma anche grandi manifestazioni) e commerciali che lo leghino maggiormente alla vicina Piazza dei Miracoli e alla Torre".

"I sette studi che hanno presentato le loro proposte - ha affermato Alessandro Pasquarelli, Ceo di Ire, l'azienda che svolge il lavoro di 'advisor' per la società nerazzurra - sono tutti gruppi che già in passato hanno progettato e realizzato degli stadi. In particolare due di esse sono aziende di livello internazionale. Trattandosi di un concorso di idee ognuna di loro ha dovuto presentare un progetto lavorando su una serie di parametri che abbiamo indicato nel bando e che dovremmo ora valutare. Tra questi: acustica del nuovo impianto, un'offerta di servizi non solo sportivi ma anche culturali e incentrati soprattutto sui giovani, proposte per migliorare la mobilità dell'area (tenendo in considerazione parcheggi, affluenza allo stadio, equilibrio tra cemento e spazi verdi) e anche uno spazio museale dedicato alla memoria della squadra". Per quanto riguarda gli aspetti legati alla mobilità il sindaco Filippeschi ha infine affermato "di essere al lavoro, insieme a Ferrovie, per eliminare il passaggio a livello di via Rindi". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova Arena, ecco i progetti: "Riqualificheremo un'intera area della città"

PisaToday è in caricamento