Presidio all'aeroporto: "Precarietà e incertezza per i lavoratori del 'Galilei'"

Il Sindacato Generale di Base denuncia la precarietà dei lavoratori e delle lavoratrici del 'Galilei'

Presidio questa mattina, sabato 6 giugno, di fronte all'aeroporto 'Galilei' di Pisa. Ad organizzarlo il Sindacato Generale di Base (Sgb) e i delegati e lavoratori della CFT per richiamare l’attenzione sulla situazione di estrema precarietà e incertezza in cui si trovano i lavoratori e le lavoratrici degli appalti e delle attività connesse allo scalo aeroportuale pisano.

"Gli effetti della pandemia si fanno sentire sulla forza lavoro dei tanti negozi da settimane chiusi e senza certezza alcuna sui tempi e sulle modalità della ripresa del trasporto aereo da cui dipendono le attività stesse - affermano da Sgb - gran parte della forza lavoro ha contratti part-time e pensiamo che la proprietà dei negozi, ossia Toscana Aeroporti, voglia ben presto esigere il pagamento dei canoni e di tutte le spettanze previste dai contratti. L’assenza di liquidità potrebbe assestare un colpo mortale alle attività e, chiusi i battenti, molti lavoratori e lavoratrici perderebbero il posto".

"La grande incertezza sui tempi e sulle modalità con le quali ripartirà il trasporto aereo generano incertezze anche riguardanti gli appalti, sia quello del BHS che il lotto 8H basato sul carico e scarico bagagli a cui è connessa la pulizia degli aeromobili e altre attività - proseguono dal Sindacato Generale di Base - ad oggi la forza lavoro beneficia di un ammortizzatore sociale pagato a meno dell’80% della normale retribuzione, ma i soldi perduti potrebbero essere assai di più qualora venissero meno anche alcune voci retributive accessorie. Lo scalo di Pisa ha subito grandi ripercussioni essendo legato al traffico passeggeri e non a quello delle merci che invece transitano sullo scalo di Firenze. Anche questo aspetto è degno di attenzione perché non si capisce la ragione per la quale alcuni vettori non siano stati spostati su Pisa, consentendo a molti dipendenti di tornare in servizio attivo".

"Gli appalti prima menzionati sono attualmente in proroga e non vorremmo che, dopo la stagione estiva, avvenisse una ridefinizione del budget degli stessi bandendo una gara con forti ribassi che avrebbe ripercussioni negative sulla forza lavoro degli appalti con il concreto rischio della perdita occupazionale e retributiva" concludono da Sgb.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Covid a scuola: classi in quarantena nel pisano

  • Covid in classe: cinque nuovi casi nelle scuole di Pisa

  • Barman deceduto a Pontedera: annullata la Festa del Commercio

  • Coronavirus in Toscana, 90 casi in più: a Pisa 24 nuovi positivi

  • Mareggiata a Marina di Pisa: allagamenti e pietre sul lungomare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento