menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto Potere al Popolo-Pisa/Facebook)

(foto Potere al Popolo-Pisa/Facebook)

In presidio davanti a Camp Darby: "Chiudere la base americana"

La protesta è stata promossa da Potere al Popolo per chiedere la chiusura delle basi americane sul territorio italiano e l'uscita dell'Italia dalla Nato

Manifestazione domenica mattina, 12 gennaio, di fronte a Camp Darby. Il presidio era stato convocato nei giorni scorsi da Potere al Popolo per chiedere, tra le altre cose, la chiusura della base Usa tra Pisa e Livorno.

"Invitiamo tutte le realtà e i singoli pacifisti a mobilitarsi contro l'escalation di guerra determinatasi con l'attacco criminale dell'imperialismo Usa in Iraq. La base USA di Camp Darby è un avamposto di queste politiche del terrore, che dal secondo dopoguerra in poi sono costate milioni di morti in tutto il mondo - sottolineano da Potere al Popolo - il governo Conte bis sta portando l'Italia in guerra attraverso le numerose basi militari Usa e Nato presenti sul nostro territorio, attraverso il finanziamento dell'industria militare da ultimo con la conferma dell'acquisto dei cacciabombardieri F35, attraverso la presenza dei militari italiani in territorio iracheno, attraverso la permanenza nella Nato, che comporta un ingente dispendio di risorse per fini militari e la complicità nelle politiche di guerra di questa coalizione".

"Chiediamo l'immediato ritiro delle truppe italiane dall'Iraq e da tutti gli scenari di guerra, l'uscita dell'Italia dalla Nato e una drastica riduzione delle spese militari a partire dalla revoca del programma di acquisto degli aerei F35 - concludono da Pap - chiediamo l'immediata chiusura della base USA di Camp Darby e di tutte le basi USA/NATO e UE presenti in Italia".

(foto Potere al Popolo-Pisa/Facebook)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come pulire le zanzariere: trucchi e consigli

social

Ricette locali, la testicciola alla pisana

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Vaccino anti-Covid, prenotazioni per i 58 e 59enni

  • Cronaca

    Coronavirus nei comuni della Provincia: 13 casi a Pisa

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento