Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Biblioteca universitaria, in presidio davanti al ministro: "Vogliamo certezze sul futuro"

I lavoratori della biblioteca si riuniranno venerdì mattina a partire dalle ore 10 in Piazza dei Cavalieri per chiedere delucidazioni sul futuro della prestigiosa istituzione al ministro Bray, in visita alla Scuola Normale Superiore

Sarà presente domani a Pisa il Ministro dei Beni, delle Attività Culturali e del Turismo Massimo Bray, che parteciperà, insieme alla collega all'Istruzione Maria Chiara Carrozza, all'inaugurazione dell'anno accademico della Scuola Normale Superiore. Ad attenderlo in presidio (dalle ore 10) proprio in Piazza dei Cavalieri, troverà i lavoratori della Biblioteca universitaria, insieme alle organizzazioni sindacali CGIL, CISL e UIL. Il proposito dei dipendenti è quello di continuare a tenere alta l’attenzione sul 'destino della Biblioteca' ed avere finalmente risposte certe dal Ministro Bray.

Durante la settimana si sono succedute infatti assemblee ed iniziative. La Biblioteca Universitaria dal maggio 2012, a seguito di eventi sismici, è stata dichiarata inagibile, almeno parzialmente, e c'è ancora attesa per i risultati di una perizia tecnica, che ad oggi non è stata resa pubblica.

Le voci di un possibile passaggio della gestione del patrimonio librario dal Ministero all’Università degli studi di Pisa, senza certezze sul futuro lavorativo dei dipendenti, hanno preoccupato la Cisl Funzione Pubblica, che si è subito attivata a livello ministeriale affinché termini questa fase di incertezza.

"La  CISL FP - afferma il segretario generale territoriale Cinzia Ferrante - sarà presente per chiedere al Ministro Bray che la Biblioteca, con il suo patrimonio librario, rimanga al Ministero insieme ai lavoratori e chiede di conoscere, tramite la Direzione regionale del Mibact, tutte le fasi operative previste, che possano in tempi brevi, portare alla riapertura dell’istituto. Al Ministro Bray chiediamo certezze - continua il segretario della Cisl FP -  non solo per i dipendenti del Ministero ma anche per l’utenza ed i cittadini che desiderano godere del patrimonio librario di questa prestigiosa Biblioteca".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biblioteca universitaria, in presidio davanti al ministro: "Vogliamo certezze sul futuro"

PisaToday è in caricamento