Cronaca

Bilancio di Previsione, pressioni sul collegio dei revisori dei conti: "Inaccettabili"

A denunciare la situazione alla vigilia del parere sul Bilancio il presidente del collegio del Comune di Pisa Fabio Vergamini. Noi Adesso Pis@: "Spieghi in maniera esaustiva". Ucic-Prc: "L'amministrazione comunale faccia chiarezza"

"Abbiamo ricevuto pressioni del tutto immotivate perchè domani (oggi, ndr) depositeremo, entro i termini prestabiliti, il nostro parere sul Bilancio previsionale del Comune di Pisa". E' quanto ha detto all'agenzia Ansa il presidente del collegio dei revisori dei conti dell'ente, Fabio Vergamini, riferendo di "attività nei nostri confronti pervenute in questi giorni che sono inaccettabili". Il ragioniere tuttavia preferisce mantenere il riserbo "sulle ingerenze giunte da più parti".

Il professionista è "amareggiato per voci e rumors" che aleggiano in città da giorni e che si riferiscono a un possibile parere negativo rispetto all'atto finanziario predisposto dall'amministrazione comunale. "Abbiamo ricevuto il documento finanziario - spiega Vergamini - il 25 novembre scorso e da allora avevamo dieci giorni di tempo per esprimere le nostre valutazioni: domani (oggi, ndr) depositeremo il parere in Comune entro i termini stabiliti dalla legge, ma non abbiamo detto a nessuno preventivamente quale fosse il nostro orientamento. Siamo un organo tecnico e a noi non interessano per nulla eventuali valutazioni o manovre politiche. Per questo non escludo eventuali azioni di tutela nei nostri confronti per la pressioni subite".

Sulla questione interviene il gruppo consiliare Una città in comune-Prc. "Crediamo che sia un'accusa tanto grave quanto inaudita da parte di un organo tecnico che deve essere garante della correttezza tecnica del bilancio del Comune di Pisa. Chiediamo con forza un chiarimento all’amministrazione cittadina affinché sia chiarita l’esistenza, la natura e la provenienza di queste indebite pressioni - affermano - riteniamo fondamentale che questo chiarimento avvenga prima dell’inizio della discussione del bilancio, che altrimenti crediamo non potrà avviare il suo iter. Il Consiglio Comunale e la relativa commissione consiliare - concludono - devono essere messi in condizione di discutere e votare i provvedimenti contenuti nelle delibere che compongono il bilancio previsionale senza ombre di alcun tipo".

"Dichiarazioni gravissime quelle dei revisori dei conti, che non è possibile lasciare con i puntini sospensivi!!! Il collegio riferisca subito al Consiglio Comunale, anche in forma secretata, se necessario, e spieghi in maniera esaustiva quanto preannunciato. Si faccia subito chiarezza e se vi sono state delle pressioni, si dica da parte di chi e si denunci l'accaduto nelle sedi opportune". Così invece Maurizio Nerini, capogruppo di Noi Adesso Pis@ in Consiglio Comunale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio di Previsione, pressioni sul collegio dei revisori dei conti: "Inaccettabili"

PisaToday è in caricamento