Cronaca

"Stazione ostile alle bici": i problemi riscontrati da Fiab a Pisa

L'associazione segnala due criticità alla stazione centrale, fra una cancellata che impedisce l'accesso a dei parcheggi e cartelli che vietano il trasporto dei mezzi sugli ascensori

Uno dei cartelli di divieto

"Recentemente l'accessibilità delle bici alla stazione centrale di Pisa ha subìto delle modifiche. In peggio". Fiab Pisa, sempre attenta alla mobilità ciclabile cittadina, espone alcuni problemi legati alla circolazione su due ruote in zona ferroviaria. "Da qualche mese un'alta cancellata sbarra alle bici l'accesso diretto al parcheggio sul retro della Sesta Porta: un pendolare che trovasse piene le rastrelliere nel piazzale della stazione è obbligato a fare un giro tortuoso, col rischio di perdere il treno".

"Inoltre - prosegue l'associazione - negli ascensori sono ricomparsi cartelli che vietano l'accesso alle bici, nonostante l'articolo 7 della convenzione Rfi-Fiab preveda che 'l'accesso all'ascensore è consentito solo ove, in relazione anche all'affollamento, sia possibile mantenere il mezzo in orizzontale con entrambe le ruote a terra'. Troviamo francamente assurda questa situazione ostile alle bici, e crediamo che chi gestisce le stazioni dovrebbe incentivare la mobilità ciclistica: infatti il cicloturismo e l'intermodalità treno+bici sono fattori che contribuiscono a rendere il trasporto ferroviario più  competitivo, attraente e conveniente".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Stazione ostile alle bici": i problemi riscontrati da Fiab a Pisa

PisaToday è in caricamento