Cronaca Cisanello / Via Valentino Baldacci, 2

Scuola, caos all'asilo 'Haring': "Bambini costretti ad uscire alle 13 invece che alle 16"

Un vero e proprio disagio soprattutto per quelle famiglie con entrambi i genitori che lavorano e che contano sugli asili per avere un sostegno alla routine quotidiana. La causa? La non conferma della sezione Pegaso attivata nel 2013

Le famiglie dei 17 bambini regolarmente in graduatoria definitiva per l'inserimento alla scuola materna 'Keith Haring' di via Baldacci a Pisa hanno appreso solo a fine agosto che i propri figli dovranno uscire alle 13 invece che alle 16. E' la denuncia sollevata dagli stessi padri e madri dei bambini che nel prossimo anno scolastico frequenteranno l'asilo pisano. "Oggi, in cui spesso entrambi i genitori lavorano, ciò creerà solo enormi disagi, facilmente comprensibili - affermano i genitori - soprattutto per quelle famiglie che hanno già il figlio maggiore frequentante il medesimo plesso scolastico, che si vedranno costrette ad andare a prendere un figlio alle 13 per poi tornare alle 16 a prendere l'altro".
I genitori si stanno confrontando quotidianamente con la scuola e la dirigenza scolastica sta cercando di tamponare il problema chiamando in causa anche il Comune, nonostante la scuola sia statale.

"Ma il problema nasce a Firenze, dalle inspiegabili, contraddittorie ed immature decisioni prese in Regione Toscana dall'assessorato all'Istruzione, che hanno portato a non confermare la sezione Pegaso attivata nel 2013 presso le scuole 'Haring' - sottolineano i genitori - infatti con la mancata conferma di tale sezione la dirigenza scolastica ha deciso di assorbirne gli alunni nelle regolari sezioni statali, per non stravolgere il loro percorso educativo cominciato nel 2013, ma lasciando così scoperta parzialmente la nuova sezione 2014 e obbligando i neo-iscritti ad uscire alle 13. Tutto questo nonostante l'assessore regionale all'Istruzione Emmanuele Bobbio abbia dichiarato di aver trovato i fondi per il finanziamento del progetto Pegaso nell'anno scolastico 2014-2015, perfino in misura maggiore rispetto all'anno precedente, e nonostante sulla Delibera del 1 Settembre della Giunta Regionale si dichiari esplicitamente che le sezioni già finanziate negli anni scolastici precedenti saranno finanziate in modo prioritario".

"Qualcosa - proseguono i papà e le mamme dei nuovi iscritti - nell'apparentemente virtuoso meccanismo del Progetto Pegaso non ha funzionato, si dice a causa del rinnovo dei dirigenti regionali responsabili del Progetto. Forse per risparmiare 26mila euro (costo di un insegnante Pegaso nel 2013-14), forse per un semplice errore, ma resta il fatto che a subirne le conseguenze saranno i 17 bambini che si vedranno dimezzata l'offerta scolastica. Come nota aggiuntiva va sottolineato che per accogliere la sezione Pegaso nel 2013, non più rinnovata nel 2014, il Comune sostenne dei lavori di adeguamento della scuola 'Haring', la cui spesa, se pur contenuta, è evidentemente da considerarsi ad oggi inutile".

Alcuni genitori hanno provato a contattare e chiedere spiegazioni all'assessore Bobbio e al dirigente responsabile del Progetto Pegaso, Daniele Sestini, ma non hanno ancora ricevuto alcuna risposta: "Silenzio assoluto" dicono.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, caos all'asilo 'Haring': "Bambini costretti ad uscire alle 13 invece che alle 16"

PisaToday è in caricamento