rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Agricoltura: produzione di olio dimezzata rispetto al 2020, ma la qualità è ottima

In arrivo sulle notre tavole l'olio nuovo made in Tuscany. I consigli di Coldiretti per evitare 'fregature'

E’ iniziata la raccolta delle olive con l’arrivo dell’olio nuovo Made in Tuscany del 2021, per una produzione stimata in calo fino al 50% rispetto allo scorso anno compensata da una qualità ottima. A dirlo è Coldiretti Toscana sulla base dell’analisi del Consorzio per la Tutela dell’olio extravergine di oliva toscano IGP. Secondo i dati, la produzione di olio in Toscana dovrebbe attestarsi intorno ai 80/90mila quintali contro i 150mila quintali dello scorso anno. “La campagna olivicola - spiega Fabrizio Filippi, presidente Coldiretti Toscana - si apre con uno scenario diverso rispetto allo scorso anno. L’andamento climatico, con eventi estremi caratterizzati dalla gelata tardiva di aprile e dalla siccità estiva, ha giocato inevitabilmente un ruolo decisivo sulla produzione complessiva. Fortunatamente l’apporto idrico, se pur limitato delle poche piogge, ha permesso alla drupa di riprendere vigore dopo il lungo periodo siccitoso. I frutti sono sani. L’olio extravergine che finirà sulle nostre tavole e sui mercati italiani e stranieri bene rappresenterà il Made in Tuscany dell’eccellenza”. 

Coldiretti teme una nuova invasione delle importazioni di olio straniero sul mercato: “Nell’ultimo anno - spiega ancora Filippi - le importazioni di olio straniero sono aumentate del 5% superando le 700 milioni di bottiglie su scaffali di supermercati, negozi e discount con allarme sulla qualità del prodotto portato in tavola. Diffidate dei prezzi troppo bassi, guardate con più attenzione le etichette e acquistate extravergini a denominazione di origine Dop e Igp, quelli in cui è esplicitamente indicato che sono stati ottenuti al 100 per 100 da olive italiane, o acquistate direttamente dai produttori olivicoli, nei frantoi o nei mercati di Campagna Amica dove è possibile assaggiare l’olio EVO prima di comprarlo e riconoscerne le caratteristiche positive”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agricoltura: produzione di olio dimezzata rispetto al 2020, ma la qualità è ottima

PisaToday è in caricamento