Piazza Giusti: la riqualificazione si decide con la progettazione partecipata

Residenti e cittadini interessati sono chiamati domenica 25 novembre a segnalare all'amministrazione le priorità da rispettare per ripensare lo spazio all'inizio di via dell'Aeroporto

Una giornata di progettazione partecipata dedicata a chi vive Piazza Giusti, nell'interesse del quartiere San Marco-San Giusto. E' l'iniziativa lanciata dall'amministrazione comunale di Pisa per ripensare lo spazio e renderlo più accogliente e vivibile: nella giornata di sabato 25 novembre, dalle 9.30 alle 17.30, saranno posizionati in piazza dei gazebo dove verrà data la possibilità ai cittadini di esprimere la propria opinione sul futuro dell'area, sia al personale dotato di computer che compilando moduli cartacei.

Si potrà quindi richiedere in modo particolare la previsione o la priorità di dotazioni come la connessione tra i tratti ciclabili di via dell'Aeroporto e della passerella, giochi per bambini, una rotatoria che fluidifichi il traffico, illuminazione e videosorveglianza, fino a Pisa Wifi o una stazione Ciclopi. I tecnici di Comune, Pisamo e Apes raccoglieranno tutti i contributi e trarranno una sintesi.

La giornata, promossa da Comune di Pisa, Apes, Pisamo e CTP 4, vede la collaborazione delle realtà della Piazza e del quartiere: Caffetteria Elisir, Edicola Bandelli, Istituto Scolastico Comprensivo Fucini, Circolo Arci Alberone, Circolo Arci Balalajka, Unità Pastorale San Giusto-San Cosimo e Damiano, Polisportiva Alberone, Centro I Cappuccini, Spi Cgil Pisa Sud, Magistratura San Marco del Gioco del Ponte. Altri soggetti si aggiungeranno nei prossimi giorni.

La riqualificazione di Piazza Giusti rientra nel più ampio progetto 'Binario 14', già finanziato dal Governo e per il quale sono in corso le progettazioni esecutive. Verranno esposti nell'occasione i disegni preliminari dell'intero intervento, il cui importo complessivo è di 43 milioni di euro, di cui 18 milioni stanziati dal Governo e 23 milioni ottenuti per la rigenerazione urbana grazie al cosiddetto 'conto energia', mentre la parte rimanente di circa 2 milioni di euro è cofinanziamento del Comune e di Apes.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Lutto all'Aoup: dottoressa muore a 36 anni

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus in Toscana, solo 3 i nuovi casi: a Pisa zero nuovi contagi e nessun decesso

  • Coronavirus in Toscana, 18 nuovi casi: un decesso nel pisano

Torna su
PisaToday è in caricamento