Lunedì, 22 Luglio 2024
Cronaca Cep

La 'Cittadella dello Sport' non piace al Comitato di quartiere del Cep

L'assemblea del gruppo di cittadini ha espresso un parere negativo sull'ampiezza del progetto

Il Comitato di quartiere del Cep si è riunito lo scorso sabato, 26 marzo, per discutere dei problemi della zona. Fra aspetti di viabilità e questioni ancora in itinere, come il posizionamento dell'antenna di telefonia da spostare, è stato affrontato il progetto delle palestre presentato nella Prima Commissione consiliare del 10 marzo scorso, il complesso della 'Cittadella dello Sport'. Il giudizio che ne ha dato il Comitato non è favorevole. 

"La zona in questione - scrivono i residenti in una nota sull'assemblea - è anche oggetto di progetti per l'ampliamento dell'offerta di impiantistica sportiva secondo il vigente Regolamento Urbanistico comunale, ampliamento che se realizzato in maniera sovradimensionata rispetto alle esigenze strette di quartiere rischia di appesantire traffico ed uso di suolo per la sosta delle auto. Già è aperto un cantiere per la realizzazione, nella porzione privata del terreno e per conto di un imprenditore, di un impianto per la pratica del Padel che probabilmente già di suo incrementerà i volumi di traffico in loco. Anche per questo il progetto di un 'palazzone' dello sport presentato in Prima Commissione il 10 marzo dall’assessore Latrofa e dall'Architetto Guerrazzi vede la nostra contrarietà".

Le spiegazioni: "Con una struttura di quel genere si andrebbe a sommare un’ulteriore colata di cemento spropositata, che stride con la vocazione naturalistica di una zona di pre-parco vicina al fiume e alla tenuta di San Rossore. Un progetto che va abbondantemente ed ingiustificatamente oltre la sacrosanta necessità di recuperare le palestrine (boxe e ginnastica) che erano presenti presso il vecchio insediamento sportivo di via dell'Argine, i famosi e rimpianti 'campini', cosa che giustamente l'amministrazione ha tentato partecipando a 'Sport e Periferie', purtroppo senza esito. Quell'intervento necessiterebbe inoltre di una spesa di denaro pubblico che semmai potrebbe essere impiegata per altre necessità".

"Siamo a favore del verde sportivo - concludono - purché ambientalmente sostenibile, realmente fruibile a tutti e dunque con ampie fasce di gratuità per i cittadini. Siamo viceversa fortemente contrari all'eccesso di 'cemento sportivo'. La nota positiva, uscita dalla citata commissione è che, per quanto riguarda l'area in questione, in ogni caso l'amministrazione si è presa l'impegno di interagire col quartiere e con l'associazionismo di esso espressione invece di far calare dall'alto progetti e cemento. Li prendiamo in parola".

C'è anche un passaggio sull'antenna di telefonia: "Su questo delicato tema prendiamo atto che le promesse del Sindaco sono lontane dall'essere mantenute, dall'altra ci rivedremo e, intanto, comunichiamo di aver avanzato, come Comitato, richiesta formale alla commissione consiliare competente per essere di nuovo auditi e chiedere spiegazioni a cominciare, ad esempio, dalle mancate misurazioni sulle emissioni e sui campi elettromagnetici anche nelle combinazioni con gli altri ripetitori vicini, partendo da quello sul campanile della chiesa. Alcuni movimenti sono stati notati in questi giorni: non meglio identificate persone avrebbero chiesto accesso al cantiere del succitato costruendo Padel per lanciare in volo uno strano pallone con degli apparecchi (ricevitori?) attaccati. Forse operazione funzionale alle misurazioni per un'eventuale spostamento dell'antenna? Vorremmo essere eventualmente informati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La 'Cittadella dello Sport' non piace al Comitato di quartiere del Cep
PisaToday è in caricamento