Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Porta a Mare / Via Conte Fazio

Freddo, un aiuto concreto a chi vive per strada: posti letto e pasti caldi per i senzatetto

Grazie al Progetto Homeless anche quest'anno Pisa offrirà un sostegno ai senza fissa dimora, con il dormitorio di via Conte Fazio e l'unità di strada che porterà un pasto caldo e monitorerà le condizioni di salute dei senzatetto

Il freddo, quello che fino ad ora era mancato, è arrivato. E allora i servizi sociali si mettono in moto per aiutare chi è costretto a vivere senza un tetto. Come tutti gli anni al dormitorio homeless di via Conte Fazio i posti letto sono aumentati da 28 a 34 (compresi i 4 garantiti per l’emergenza sanitaria). E quando le temperature diventeranno ancora più rigide è già tutto pronto per aggiungere ulteriori 8 posti letto per arrivare a un totale di 42.

La regia del progetto Homeless, gestito per la Società della Salute dalle cooperative 'Il Simbolo' e 'Il Cerchio', si trova all’asilo notturno di via Conte Fazio. La struttura è aperta tutti i giorni: la notte dalle 19.30 alle 7.45 per dormire, con attivi i servizi doccia, lavanderia, cena e colazione. La struttura è aperta inoltre lunedì e giovedì dalle 14 alle 18.30 come punto PAAS (accesso gratuito a computer e Internet, servizio usato principalmente per cercare lavoro) e nei giorni di lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle 7.45 alle 11 come sportello di ascolto e aiuto con un assistente sociale, un educatore e due operatori.

A fianco del dormitorio lavora l’unità di strada (progetto Per una città che si cura): operatori di strada che distribuiscono pasti caldi (messi a disposizione dalla mensa del DSU) e monitorano le condizioni di salute delle persone senza fissa dimora. Questa attività durante l’inverno viene ulteriormente potenziata con l’aggiunta di distribuzioni speciali di sacchi a pelo e coperte.

"Il sistema di attenzione alle persone più fragili è rodato e pronto anche nei casi di emergenza" commenta Sandra Capuzzi, assessore al sociale del Comune di Pisa e presidente della Società della Salute. "Il progetto Homeless funziona grazie alla collaborazione di tutti, dalle cooperative alle associazioni" conclude Giuseppe Cecchi, direttore della Società della Salute.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Freddo, un aiuto concreto a chi vive per strada: posti letto e pasti caldi per i senzatetto

PisaToday è in caricamento