Cronaca

Solidarietà: 'Insieme per Christian' si evolve e diventa 'Insieme per sognare'

L'iniziativa lanciata da Giacomo e Fabio si estende dopo che sono stati riconosciuti degli incentivi alla famiglia del piccolo Christian

Foto di archivio

Dopo 5 anni di 'Insieme per Christian', l'inziativa promossa da Giacomo Di Sacco e Fabio Grasci Puccini si evolve e diventa 'Insieme per sognare'. La novità deriva dalla notizia, diffusa dal padre del bambino di Pontedera malato di cdkl5, dell'assegnazione di incentivi alla famiglia che aiuteranno nel sostenere le spese mediche. "Dopo tanti anni di lotte - ha scritto il padre Nicola sulla pagina Facebook dedicata, che sarà rinominata - siamo riusciti ad avere degli incentivi per Christian da enti preposti. E quindi voglio ringraziare chi ha fatto in modo di creare questo progetto e tutte le persone che hanno contribuito. Sarei felice se il progetto benefico continuasse a favore di altri bambini che hanno bisogno".

Giacomo e Fabio hanno spiegato che "abbiamo deciso di 'trasformare' il progetto, potenziando le iniziative ed allargando gli aiuti non soltanto al piccolo Christian, ma anche ad altre persone, enti, istituti, verso i quali porteremo il nostro contributo. Tutto ciò con la massima trasparenza e soprattutto nel rispetto di chi ha contribuito, anche in minima parte, alle iniziative di solidarietà. Tali modalità di intervento tramite il progetto sono già state sperimentate sia con la piccola Jo, con l'ospedale di Pisa (reparto Pediatrico), gli aiuti umanitari che abbiamo portato a Livorno durante l'alluvione e i bonifici che sono stati fatti alla ricerca contro la cdkl5. Il nostro obiettivo è quello di sviluppare e consolidare le iniziative benefiche. Speriamo che continuerete a seguirci ed a sostenerci, perché soltanto insieme a tutti voi potremo mantenere vivo l'obiettivo di aiutare chi ha più bisogno".

Foto di archivio

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Solidarietà: 'Insieme per Christian' si evolve e diventa 'Insieme per sognare'

PisaToday è in caricamento