rotate-mobile
Cronaca Calci

'Tutti al M.A.R.E.!': psicologia e cavalli al Centro ippico La cartuja

Il maneggio è un laboratorio di inclusione: percorsi riabilitativi 'su misura' per bambini ed adulti con problematiche di salute mentale

Non solo natura, cavalli e grandi spazi per attività di ogni tipo, nel maneggio di Calci, a due passi da Pisa, è entrata anche la psicologia. Percorsi riabilitativi 'su misura' per bambini ed adulti con problematiche di salute mentale a partire dall'autismo fino a semplici problemi di gestione dell’ansia di cui tutti oggi soffriamo. Si va al 'M.A.R.E.': questo l’acronimo scelto per identificare la struttura di servizi offerti (Mente, Azione, Rigenerazione, Educazione) ed il Centro Ippico La Cartuja a Calci, da novembre, è diventato un 'laboratorio' di inclusione. Perché ogni attività viene svolta insieme, con percorsi dedicati ma non separati e per questo è stato elaborato un protocollo applicabile a diverse patologie della salute mentale e riunito un team coordinato da Giacomo Bulgarelli, tecnico della riabilitazione psichiatrica e psicologo, che, insieme al proprietario del maneggio Silvio Colombini, sviluppano progetti di inclusione in continua espansione.

"Ogni individuo - spiega il dottor Bulgarelli - ha necessità differenti, che sia un bambino, un adolescente o un adulto". Tutti però, per esempio, si trovano a toccare con mano, raggiunta la maggiore età, una certa difficoltà a reperire servizi territoriali legati alla sfera della salute mentale. E' quel legame col territorio che spesso le famiglie fanno fatica ad intercettare. La sfida per Silvio e Giacomo è stata, infatti, proprio questa: offrire un luogo, con professionisti e operatori formati, dove intraprendere percorsi riabilitativi nel contesto di una socialità aperta e terapeutica. Al 'M.A.R.E.', oltre alle attività con i cavalli, si può praticare tiro con l'arco, pugilato, arti marziali, musicoterapia, recitazione. Anche i campi solari sono inclusivi e il riscontro psicologico avviene durante tutto il percorso con uno screening iniziale (in rete con i medici, psicologi, psicoterapeuti e professionisti della salute mentale di supporto che seguono abitualmente il ragazzo o l'adulto), un diario per ogni paziente, la profilatura del cavallo e dell'operatore in modo da proporre e seguire un progetto personalizzato.

"La prima fase ha visto un importante sforzo logistico e organizzativo e diverse sono state le collaborazioni avviate tra cui quella molto importante con AutismoPisa - spiega Silvio Colombini - adesso invece abbiamo stilato un protocollo che riguarda un ampio numero di problematiche legate alla salute mentale e da settembre, viste le molte richieste, inizieremo anche ad offrire servizi di prevenzione ed educazione alla salute toccando molteplici tematiche tra cui, ad esempio, la gestione degli stati d’ansia, dell’aggressività, delle fluttuazioni dell’umore e questo anche attraverso interventi assistiti con animali. La 'squadra' si arricchirà quindi di nuove figure professionali". Per conoscere il servizio è possibile contattare direttamente il Centro Ippico La Cartuja e prendere un appuntamento. Tutte le info: https://www.maneggiocalci.it/ alphadventures@gmail.com

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Tutti al M.A.R.E.!': psicologia e cavalli al Centro ippico La cartuja

PisaToday è in caricamento