Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Mobilità casa-lavoro: un'app e incentivi monetari per ridurre traffico e inquinamento

Il Comune di Pisa capofila di un progetto per favorire la mobilità sostenibile negli spostamenti casa-scuola e casa-lavoro

Foto d'archivio

Ridurre il numero delle auto private in circolazione e favorire così la mobilità ciclistica-pedonale, l'uso del trasporto pubblico locale e l'uso condiviso dell’automobile, con una conseguente diminuzione del traffico e dell’inquinamento cittadino. E' questo l'obiettivo del progetto 'Mobilitando Pisa: Nuovi percorsi casa scuola e casa lavoro', con il quale il comune di Pisa, nei giorni scorsi, ha deciso di partecipare al Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro. Un progetto del valore complessivo di circa un milione di euro che, se risultasse tra i vincitori, sarebbe finanziato per il 60% dal Ministero dell'Ambiente.

APP E PARCHEGGI PER BICICLETTE PROTETTI. La proposta progettuale prevede una serie di azioni per ridurre, in linea con gli obiettivi nazionali e comunitari, le emissioni di gas serra derivanti dal settore dei trasporti. Tra queste lo "sviluppo di una app per la promozione e lo sviluppo del car-pooling e del piedibus" ma anche la realizzazione, presso le sedi di lavoro e le Università, "di parcheggi protetti per biciclette di dipendenti e studenti universitari" e di "postazioni per il bike-sharing". Prevista anche "la realizzazione e/o l'adeguamento di percorsi protetti per favorire gli spostamenti casa-scuola a piedi o in bicicletta" e l'attivazione di "programmi di formazione sulla sicurezza stradale e sulla guida ecologica".

BUONI MOBILITA' E AGEVOLAZIONI. Il progetto prevede anche la possibilità  della "cessione a titolo gratuito di 'buoni mobilità', agevolazioni tariffarie relative a servizi pubblici o di incentivi monetari" ai lavoratori e agli studenti che usano mezzi di trasporto a basse emissioni, "sulla base -  si legge nella delibera - degli accordi raggiunti dagli enti proponenti con i datori di lavoro o con le autorità scolastiche o accademiche competenti".

I PARTNER DEL PROGETTO. Il Comune di Pisa è il capofila del progetto che vede coinvolti, come partner, diversi soggetti pubblici (Regione Toscana, comune di San Giuliano Terme, Scuola Sant'Anna e Cnr di Pisa, mentre gli altri comuni dell’area pisana aderiranno al progetto in qualità di sostenitori) e privati. Gli interventi previsti avranno infatti ricadute benefiche su tutti i comuni dell'area pisana e sulla collettività in generale. Il soggetto attuatore sarà invece Pisamo Srl, la società in house del Comune di Pisa competente in materia di mobilità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità casa-lavoro: un'app e incentivi monetari per ridurre traffico e inquinamento

PisaToday è in caricamento