Ospedaletto: "Un milione di euro per potenziare i servizi e attrarre investimenti"

Ecco cosa prevede il progetto di restyling arrivato in Commissione urbanistica. Critiche dall'Ordine degli architetti. Fiab Pisa: "Si sfrutti l'occasione per realizzare piste ciclabili"

Un milione di euro per riqualificare l’area industriale di Ospedaletto, "potenziarne i servizi e attrarre nuovi investimenti". E' il progetto approdato nei giorni scorsi in Commissione Urbanistica del Comune di Pisa, frutto di un protocollo di intesa firmato nel luglio scorso a Firenze tra vari enti pubblici e associazioni di categoria. Il progetto di massima, elaborato dagli architetti e dirigenti del Comune di Pisa Marco Guerrazzi e Fabio Daole, è stato presentato nel corso della seduta.

"Abbiamo lavorato sulla aree attualmente di proprietà comunale. Si tratta - ha spiegato Daole - di un progetto fattibile di ricucitura urbana che dà maggior decoro a questa zona e che non esclude il fatto che possa essere potenziato in futuro prevedendo nuovi interventi". Il restyling prevede la colorazione dei marciapiedi, totem installati sulle rotatorie per indicare la direzione da prendere per raggiungere le attività produttive e nuove piantumazioni. "Abbiamo lavorato su viabilità, segnaletica e riqualificazione del verde. Il progetto - ha detto Guerrazzi - si basa su una suddivisione cromatica delle zone di Ospedaletto che permetta a chi arriva nell’area di orientarsi meglio e di sapere rapidamente dove si trovano le varie tipologie di attività produttive. Su una rotatoria prevediamo inoltre l'installazione di una grande scritta 'Ospedaletto' che può fungere anche come logo dell'area".

Qualche critica al progetto è arrivata dall'Ordine degli architetti di Pisa, uno degli enti firmatari del protocollo di intesa del luglio scorso. Con una lettera inviata alla Commissione l'Ordine evidenzia criticità "nel posizionamento delle insegne in corrispondenza di rotatorie e intersezioni, in contrasto con il codice della strada", sottolinea "carenze nella progettazione delle aree verdi" e lamenta "l'assenza di un progetto generale teso a superare le problematiche nell’area. Ci rammarichiamo di dover constatare come, ancora una volta, si individuino opere di manutenzione, sia pure utili e necessarie, quali azioni straordinarie tese ad una riqualificazione dell’area, che non potranno bastare a renderla più attrattiva". L'Ordine degli architetti chiede quindi che "nell’ambito delle somme disponibili si possa promuovere un concorso di progettazione da cui emerga un masterplan dell’area per il coordinamento dei diversi lotti di intervento".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla questione interviene anche Fiab Pisa: "Apprendiamo - scrive in una nota - che importanti trasformazioni coinvolgeranno a breve le due aree adiacenti di Montacchiello e Ospedaletto. Da una parte l'arrivo di un nuovo centro di smistamento di Amazon, dall'altra il nuovo progetto di restyling di Ospedaletto. Crediamo che sia una grande opportunità per includere misure appropriate perché le due aree diventino ciclabili, in modo da consentire ai dipendenti del grande numero di attività residenti, sia commerciali che industriali, di recarsi in bici al lavoro in sicurezza. Esiste già un pezzo isolato di ciclabile lungo l'Emilia, e altri esistono dentro l'area di Ospedaletto. Pensiamo che molti collegamenti siano possibili, sia verso Pisa come verso l'Arnaccio, verso Putignano come verso Cisanello. Chiediamo all'amministrazione di non perdere questa occasione per realizzare soluzioni di mobilità sostenibili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella sanità pisana e mondiale: è morto il professor Franco Mosca

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus: stop alla distribuzione gratuita delle mascherine nelle farmacie

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Pratale-Don Bosco: muore in casa a 37 anni

  • Coronavirus in Toscana, solo 3 i nuovi casi: a Pisa zero nuovi contagi e nessun decesso

Torna su
PisaToday è in caricamento