Cronaca

Unione Valdera: la partecipazione dei cittadini diventa a portata di click

Con l'innovativo progetto Valdera 2020, l'Unione si pone l'obiettvio di attivare un canale diretto con gli abitanti dell'intero territorio, in modo da costruire la Valdera del futuro

Un sito internet, video-spot, un profilo di facebook, una newsletter: sono questi alcuni strumenti che in questi giorni l’Unione della Valdera sta attivando per la fase iniziale del progetto di partecipazione e di coinvolgimento dei cittadini del territorio.
Il progetto, innovativo, è al centro dell’attenzione mediatica e politica. Con la riforma delle geometrie istituzionali è particolarmente importante trovare strumenti che garantiscano il contatto costante e la partecipazione dei cittadini.
Il progetto Valdera 2020 è un processo partecipativo attivato dall'Unione Valdera con il sostegno dell'Autorità regionale per la Partecipazione.
Si tratta di un percorso che, coinvolgendo attivamente i cittadini e i vari portatori di interesse dei 15 comuni che fanno parte dell'Unione, porterà alla definizione di un Piano Strategico che orienterà l'azione dell'Unione Valdera nel prossimo periodo e che disegnerà la Valdera che avremo tra 10 anni.

Il Piano strategico si articolerà su 4 macroaree tematiche relative ai settori operativi di competenza dell'Unione Valdera:

a) la pianificazione territoriale,
b) lo sviluppo economico e l'ambiente,
c) il sistema di welfare,
d) l'organizzazione istituzionale sul territorio.

Al termine del percorso partecipativo saranno definiti gli indirizzi strategici e gli obiettivi di lungo periodo per ognuno di questi settori.
Nell'ambito del settore dello sviluppo e ambiente verrà organizzata anche la scelta partecipata in ordine alle diverse modalità di raccolta dei rifiuti relativi ai comuni di Capannoli, Chianni, Lajatico, Palaia, Peccioli e Terricciola, che sono i comuni per i quali l'Unione gestisce la raccolta dei rifiuti solidi urbani.

A supporto del processo partecipativo è stato creato un apposito sito internet, dove sono già disponibili una ampia serie di documenti ed informazioni relativi al progetto - contenenti anche documenti video appositamente realizzati - e dove sono inserite, man mano che si rendono disponibili, tutte le notizie relative allo sviluppo dei lavori del progetto.

Registrandosi nell'apposita sezione del sito i cittadini maggiorenni, residenti nei 15 comuni dell’Unione Valdera, potranno inoltre partecipare direttamente al progetto; al momento opportuno, seguendo le indicazioni che saranno pubblicizzate sul sito, gli utenti registrati potranno infatti partecipare alle votazioni che saranno attivate on-line per la scelte delle priorità di intervento negli ambiti considerati.
Per esprimere la propria opinione e prendere parte attiva al progetto tutti i cittadini residenti in Valdera  possono inoltre partecipare al forum di discussione presente sul sito.

Infine è attivo un profilo sul social network Facebook dal nome Valdera 2020 dove è possibile ulteriormente intervenire e fare suggerimenti.

“Invito tutti i cittadini a partecipare e a non aver timore - commenta il presidente dell’Unione della Valdera Filippo Fatticcioni - si tratta di una grande occasione di poter dire la propria opinione liberamente, senza vincoli e senza pregiudiziali ideologiche. Si tratta di temi che ci riguardano da vicino. Le scelte che i cittadini suggeriranno riguardano i temi che sono fondanti di un territorio: il tipo di sviluppo, la qualità della vita, la salvaguardia dell’ambiente, l’organizzazione sociale. E’ importante che i cittadini facciano sentire la propria voce. In questo caso possono fidarsi del fatto che sia una istituzione a chiederglielo. L’Unione della Valdera è la prima in Toscana e questo percorso è innovativo per la nostra Regione. Siamo nel campo della sperimentazione finalizzata ad un livello di democrazia più alto, nell’interesse di tutti i cittadini”.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unione Valdera: la partecipazione dei cittadini diventa a portata di click

PisaToday è in caricamento