Cronaca

Progetto Vita Indipendente: un bando da 300mila euro per avere assistenza personale

Dalla Società della Salute 300mila euro di contributi per l'assistenza ai disabili gravi che portano avanti progetti di autonomia. Pubblicato il bando, c'è tempo fino all'8 maggio per presentare la domanda

Rendersi autonomi dalla propria famiglia grazie alle scelte lavorative o di studio. La Società della Salute viene incontro alle persone con disabilità grave che vogliono progettare una vita indipendente. Per questo è in pubblicazione il bando “Vita indipendente” per l’erogazione di 300mila euro contributi per l’assistenza non familiare. Con un massimale a persona fino a 1.800 euro al mese per un anno. Possono fare domanda tutti i maggiorenni con disabilità grave che presentano un progetto specifico. Il bando e i moduli per le domande si possono scaricare dal sito della Società della Salute oppure si può ritirare nei punti insieme (sotto, gli orari e i recapiti). C’è tempo fino all’8 maggio.

Pisa Centro/Nord. Via Garibaldi 198. Presso il presidio sanitario

Lunedì: 9.00 - 13.00   Martedì: 9.00 - 13.00    Mercoledì : 9.00 - 12-00   Giovedì: 16.00 - 18.00 Venerdì: 10.00 - 12.00

Tel 050 959859    Fax 050 959827                  pua-toniolo@usl5.toscana.it

Pisa Sud. Via F.lli Antoni , San Marco, presso il CTP 4

Martedì 10.00 - 13.00    Giovedì 16.00 - 18.00

Tel 050 573714                                                              pua-toniolo@usl5.toscana.it

Marina di Pisa (Litorale). Via F. Andò, 5. Presso il presidio sanitario

Lunedì 9.00 - 13.00 (prossima apertura)           Martedì: 15.00 - 18.00    Venerdì: 9.00 - 13.00

Tel 050 954682    Fax 050 954 670               pua-toniolo@usl5.toscana.it

Cascina (Pisa est). Via Toscoromagnola, 1919. Navacchio

Martedì: 9.00 - 13.00

Tel 050 954731                                                  pua-toniolo@usl5.toscana.it

Vecchiano (Pisa ovest). Via della Rocca, 26. Presso il presidio sanitario

Lunedì: 10.00 - 12.00   Venerdì: 9.00 - 13.00

Tel 050 954759   Fax 050 954775 puntoinsiemevecchiano@usl5.toscana.it


A partire dal 08 aprile 2013 al 08 maggio 2013 (1 mese) è aperta la possibilità, per gli aventi diritto, di presentare le domande per il progetto “Vita indipendente” annualità 2013 che prevede il finanziamento di progetti finalizzati a garantire il diritto a una vita indipendente alle persone con disabilità grave.

Chi ne ha diritto. Sono interessate le persone disabili residenti nei Comuni della zona pisana, in possesso della certificazione di gravità ai sensi dell’articolo 3 comma 3 della legge 104/1992, di età compresa tra i 18 e i 65 anni. Possono essere destinatari del progetto anche le persone che hanno beneficiato del contributo di Vita Indipendente nel corso del 2012.

Il contributo. L’intervento consiste nell’assegnazione di un contributo mensile il cui importo, in riferimento agli obiettivi del progetto e alle risorse disponibili (che ammontano a 300mila euro), potrà essere quantificato fino ad massimo di 1800 euro mensili. Il finanziamento è finalizzato all’assunzione di un assistente personale, che non può essere un parente o un affine entro il terzo grado.

Domanda e scadenze. Il modello per la compilazione della domanda può essere scaricato dal sito Internet della Società della Salute pisana , oppure ritirato direttamente nelle sedi dei Punti Insieme della Zona Pisana negli orari di apertura.  Per coloro che hanno beneficiato del contributo nel 2012 è prevista una modulistica semplificata

La domanda compilata e corredata della documentazione richiesta, deve essere presentata entro l’8 maggio 2013. Sono previste due possibilità:

  1. Consegna diretta a mano in busta intestata a: “Direttore S.d.S. Zona Pisana” con dicitura “Progetto Vita Indipendente annualità 2013”e consegnata ad uno dei  Punti Insieme negli orari di apertura.
  2. Consegna tramite invio per posta ordinaria, in busta chiusa ed indirizzati all’attenzione del “Direttore S.d.S. Zona Pisana” c/o Punto Insieme Pisa, Via Garibaldi n.198, Pisa. Farà fede la data apposta dal timbro postale.

I progetti verranno valutati da una Unità di valutazione multidisciplinare che redigerà una graduatoria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto Vita Indipendente: un bando da 300mila euro per avere assistenza personale

PisaToday è in caricamento