Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca Santa Croce sull'Arno

Bretella del Cuoio: quasi ultimati i lavori, tutto pronto entro il 2011

850mila euro per nuove barriere antirumore lungo il tracciato della Bretella del Cuoio. Procedono i lavori di completamento: entro fine luglio collaudo del ponte sull'Arno, apertura della rotatoria d'innesto con la Nuova Francesca e bitumatura della strada

Un’iniezione di risorse aggiuntive pari a 850mila euro, per una miglioria in corso d’opera sulla Bretella del Cuoio, il cui cantiere è giunto in dirittura d’arrivo. L’integrativo economico - che va a sommarsi ai circa 24.900.000 euro di importo generale - servirà all’installazione di pannellature fonoassorbenti, altre in più rispetto a quelle già programmate, ed emerse come necessarie durante i lavori. Ad annunciare la variazione di bilancio è la Provincia di Pisa, titolare del progetto, con l’assessore alla mobilità Gabriele Santoni, che fa anche il punto sui tempi per il varo definitivo della nuova viabilità.

L’ultimazione di tutti gli interventi è fissata per la fine di quest’anno” dice Santoni. “Il percorso, ne siamo consapevoli, è stato lungo, impegnativo, segnato da rallentamenti del ritmo di marcia. Ma crediamo tutto sommato che tutto sia riconducibile in una dimensione di ‘fisiologia’, trattandosi di un’infrastruttura di tali dimensioni e di conseguente complessità costruttiva. L’iter, comunque, è ora al 95% del proprio sviluppo: le componenti fondamentali sono realizzate. Ciò che resta (e vi si sta provvedendo) è la graduale posa dei guard-rail, il completamento di asfaltature, segnaletica e altri elementi”.

La Bretella è pensata per collegare la Firenze-Pisa-Livorno (innestandosi sulla rotatoria di San Donato, che è direttamente connessa allo svincolo di Santa Croce della superstrada) con la Zona del Cuoio, confluendo sulla Sp 66 Nuova Francesca mediante un’altra rotatoria all’altezza del Consorzio Recupero Cromo (nei pressi dell’incrocio con via Delle Confina). Il tracciato - di cui beneficerà anzitutto l’intera area industriale che interessa i comuni di Montopoli, San Miniato, Santa Maria a Monte, Castelfranco, Santa Croce e Fucecchio - scavalca il corso dell’Arno con un ponte in acciaio e calcestruzzo.

Il cronoprogramma stilato prevede queste tappe. Collaudo del ponte (con prove di carico statiche e dinamiche) dal 25 al 30 luglio (al momento si sta terminando il montaggio delle protezioni laterali, come parapetti e reti di sicurezza, delle barriere fonoassorbenti ‘da progetto’ e la sistemazione delle scogliere di difesa dei piloni infissi all’interno dall’alveo fluviale); apertura al traffico della rotatoria d’innesto con la Nuova Francesca e bitumatura della viabilità principale (ponte escluso) entro fine luglio; da settembre realizzazione della relativa segnaletica, orizzontale e verticale.


Quanto alle barriere antirumore supplementari, “la loro necessità - conclude Santoni - si è evidenziata in virtù del forte incremento degli insediamenti abitativi verificatosi, a cantiere in corso, nelle vicinanze del tracciato stradale”. A fronte di ciò la Provincia ha commissionato uno specifico studio d’impatto acustico e, sulla base dei risultati, ha richiesto alla Regione un finanziamento speciale, accordato come detto in 850mila euro, per l’introduzione di elementi fonoassorbenti aggiuntivi. La loro installazione avrà luogo nei prossimi mesi per concludersi, contestualmente agli altri lavori rimanenti, per la fine del 2011.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bretella del Cuoio: quasi ultimati i lavori, tutto pronto entro il 2011

PisaToday è in caricamento