rotate-mobile
Cronaca Peccioli

Cartoline per raccontare i 129 chilometri di percorsi cicloturistici a Peccioli

Il progetto è dal Touring Club Italiano, dal Comune e dalla Belvedere Spa

Sono 129 chilometri di percorsi ciclopedonali racchiusi in sei cartoline, più una di presentazione generale, che permetteranno di scoprire il territorio di Peccioli nei suoi punti di forza. Paesaggi collinari dominati da natura, storia e arte contemporanea da percorrere con lentezza, a piedi o in bicicletta, con un unico itinerario o in più tappe. Questo il nuovo progetto di promozione territoriale lanciato dal Comune di Peccioli con il Touring Club Italiano e con la sempre preziosa collaborazione di Belvedere spa. I sei itinerari percorrono le colline intorno a Peccioli, il più lungo (53 chilometri) tra quelli cicloturistici si chiama Costellazione perché attraversa tutte le frazioni; i suoi cinque anelli 'satellite' si soffermano su porzioni di territorio. Un saliscendi che si sviluppa lungo strade asfaltate e sterrate con scarso traffico e pendenze tra il 5% e il 14%.

Un altro percorso è quelle delle Serre e del bosco di Ortaglia, 12 chilometri adatti sia a una passeggiata che a un giro in bicicletta. Un tracciato che narra la storia della comunità contadina che ha animato il territorio pecciolese fino agli anni '60. Un terzo percorso cicloturistico è l'anello di Ghizzano, Libbiano e Legoli. Aumenta la distanza, 21 chilometri, che va dal borgo colorato di David Tremlett passando per l'osservatorio astronomico di Libbiano proseguendo fino al Triangolo Verde di Legoli, l'impianto di smaltimento e trattamento rifiuti e una breve deviazione al tabernacolo di Benozzo Gozzoli. Senza dimenticare lo scavo archeologico di Santa Mustiola.

Un anello più corto, 16 chilometri, è quello di Ghizzano e Cedri. Stessa lunghezza dell'anello Fabbrica-Montelopio, forse la più panoramica con tratti ripidi tra versanti argillosi, il lago del Gattero fino al fiume Era. Il percorso cicloturistico da Peccioli a Montecchio è, invece, di 11 chilometri e racchiude l'essenza del territorio di Peccioli. Partendo dall'Anfiteatro Fonte Mazzola che, dopo una ripida discesa, fa entrare nel microcosmo delle Serre. Un totale di 129 chilometri tutti da scoprire, con le cartoline a descriverle nel dettaglio in doppia lingua (italiano e inglese). Le cartoline sono state distribuite all'ufficio turistico di Peccioli e sono a disposizione dei titolari di attività ricettive del territorio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cartoline per raccontare i 129 chilometri di percorsi cicloturistici a Peccioli

PisaToday è in caricamento