Cronaca Cisanello / Via Paradisa

Critiche al Pronto Soccorso, l'Aoup: "I problemi ci sono, ma l'offerta è di qualità"

La direzione aziendale dell'Aoup risponde al presidente della Regione ("Il Pronto Soccorso di Pisa è il peggiore") evidenziando l'alto afflusso di persone e la difficoltà di gestione, ma impegnandosi comunque a migliorare

Interviene la direzione dell'Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana in risposta alle critiche mosse dal presidente della Regione Toscana (ma anche dalla Cgil) che aveva sottolineato sulla sua pagina Fb che "i dati dicono che il pronto soccorso di Pisa è il peggiore. Anche molti miei amici lo dicono per averlo frequentato. Ho avvertito il direttore Carlo Tomassini affinchè provveda subito con ogni mezzo. Mi aspetto che entro due settimane la situazione sia risolta".

"La direzione aziendale - si legge in una nota dell'Aoup - è consapevole di criticità operative non ancora risolte, che nulla hanno comunque a che vedere con la sempre elevata qualità professionale offerta dal personale sanitario del nostro Pronto Soccorso e di tutto l’ospedale. Le situazioni di iperafflusso e congestione del Pronto soccorso sono note all’Azienda e trovano una loro parziale giustificazione anche nella forte capacità attrattiva dell’ospedale, che si manifesta non solo per le attività di alta specialità ma anche per quelle cosiddette 'di base'. Basti pensare che il Pronto Soccorso dell’Aoup opera per il 72% a favore del suo naturale bacino di utenza, mentre il restante 28% delle prestazioni viene effettuato per pazienti non residenti. Inoltre - proseguono dall'Aoup - negli ultimi mesi, dall’attivazione della piazzola per l’atterraggio degli elicotteri sul tetto del Pronto soccorso, si è registrato un forte aumento dell’afflusso dei casi più gravi (codici rossi), che stanno impegnando in modo incrementale le risorse della struttura. Complessivamente, nel primo semestre dell’anno, si è registrata una crescita del 5% di tutte le attività di Pronto Soccorso rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente".

"Il richiamo fatto dal presidente è stato già recepito dalla Direzione e rappresenta un ulteriore forte stimolo ad accelerare il processo di adozione di soluzioni già programmate, sia sul lato delle assunzioni di personale, sia sul versante della capacità di ricovero, attraverso l’individuazione di nuovi posti letto dedicati - concludono dal'Azienda Ospedaliera - a tutto questo si accompagneranno ulteriori provvedimenti organizzativi, tesi a offrire una soluzione definitiva al problema del sovraffollamento del Pronto Soccorso, ferma restando la necessità di un ampio coinvolgimento anche di tutte le risorse del sistema sanitario di area vasta".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Critiche al Pronto Soccorso, l'Aoup: "I problemi ci sono, ma l'offerta è di qualità"

PisaToday è in caricamento