Cronaca

Viabilità, la Navicelli lancia l'idea: "Riapriamo lo svincolo Pisa Sud"

Numerosi operatori delle aree Navicelli, Coltano e Pisa Sud propongono alle istituzioni la riattivazione dell'uscita autostradale oggi dismessa, distante circa 6 Km dall'area industriale di Porta a Mare

Un'infrastruttura utile allo sviluppo dell'intera area sud e del sistema logistico pisano, con effetti di alleggerimento della viabilità gravante sulla via Aurelia. E' questo il disegno tracciato oggi presso la Navicelli Spa dall'amministratore unico Giovandomenico Caridi, il quale ha presentato, insieme agli altri operatori privati firmatari della proposta, il lancio dell'idea a cui seguirà la richiesta di un incontro presso le istituzioni territoriali. "Prossimo passo sarà una richiesta ufficiale di intervento - ha spiegato Caridi - intanto vogliamo far sentire la nostra voce e prepararci al dialogo".

Lo svincolo della A12 non è attivo da circa 20 anni. Motivo della chiusura fu la contestuale scelta strategica di aprire lo svincolo Pisa Centro nel 1994, più vicino all'Aereoporto Galilei ed alla Fi-Pi-Li. Oggi però ci sono nuove prospettive per quest'area di città. Sempre Caridi: "Ci sono realtà cantieristiche di recente insediamento, come Codecasa, Overmarine, Seven Star, Deriv, insieme alla prossima apertura di Ikea, ed a poca distanza cresce il complesso di Porta a Mare con strutture commerciali ed industriali. Sistemare e riaprire lo svincolo migliorerà la viabilità e stimolerà la sistemazione di tutta la zona di Coltano". Juri Dell'Omodarme, consigliere comunale del Partito Democratico e presidente della prima commissione permanente: "Il Comune ha un ruolo di dialogo e credo che il progetto vada messo in agenda per essere portato avanti. Gli obiettivi sono ambiziosi, ci sono già le basi per favorire queste opportunità di sviluppo, sia presenti che future".

Il progetto descritto, ancora a livello embrionale e tutto da decidere insieme a Comune, Provincia e Regione, potrebbe prevedere l'asfaltatura e la messa in sicurezza dello svincolo, con la realizzazione di un sovrappasso ed un casello automatico, per una cifra stimata di lavori di circa 4/5 milioni di euro. "Si potrebbe anche riaprire subito usando l'attuale viabilità - conclude Caridi - chiediamo quindi alle istituzioni ed al sindaco di discutere di questi lavori e di applicare poi una politica di tariffe economiche che agevolino il flusso di transito".

I firmatari della proposta, oltre all'amministratore di Navicelli Spa, sono: Carlo Palombo, Società Navale Pisa; Guido Bini, Pisa Superyacht; Davide Mugnaini, Seven Star; Roberto Rocchiccioli, FGT; Guido Frati e Yuri Dell'Omodarme, area Coltano; Ilaria Monichelli, Nuova Kros; Maurizio Bandecchi, Consorzio Navicelli. 

Riapertura Pisa Sud Navicelli-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viabilità, la Navicelli lancia l'idea: "Riapriamo lo svincolo Pisa Sud"

PisaToday è in caricamento