Protesta all'aeroporto contro Erdogan: bloccato il check-in di Turkish Airlines

I manifestanti hanno presidiato l'area lanciando il messaggio: "Boicottare la Turchia per fermare la guerra"

Un gruppo di manifestanti ha presidiato e bloccato ieri, 25 ottobre, all'aeroporto di Pisa, i check-in dell’unico volo della Turkish Airlines della giornata diretto a Istanbul. Motivo dell'azione, eseguita dal movimento 'RiseUp4Rojava Toscana', era protestare contro la politica aggressiva della Turchia governata da Erdogan. "La volontà è di fare di tutto affinchè finisca il tentativo di eliminare la grande esperienza di democrazia reale e di libertà per le donne che i popoli della Siria del Nord stanno costruendo dopo aver sconfitto l’Isis".

I cartelli mostrati quindi chiedevano "la fine dei bombardamenti - spiega il gruppo di manifestanti - e la collusione tra Erdogan e i jihadisti". C'è stata tensione, per i "ripetuti tentativi di far passare con sotterfugi i clienti in altre postazioni. Nemmeno i tentativi di responsabili e addetti aeroportuali di interrompere con la forza la protesta sono valsi a qualcosa. Intorno alle 13 è stato comunicato che il volo diretto ad Istanbul sarebbe stato cancellato".

"Abbiamo dimostrato - conclude RiseUp4Rojava Toscana - che è possibile fare qualcosa, come in tanti altri aeroporti italiani è stato fatto. La solidarietà attiva continua e noi invitiamo tutti a partecipare alla manifestazione che si terrà il 1 novembre a Roma".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cisanello, tragico tamponamento tra auto: neonato perde la vita

  • Lungarno Pacinotti: cede la paratia e precipita dalle spallette

  • A Marina di Pisa sbarca il 'tempio' degli hamburger di qualità

  • Liceo Galilei di Pisa: studenti denunciano offese ricevute dai professori

  • Ladri in azione nella notte: colpiti negozi del centro

  • Neonato morto schiacciato dall'airbag: la Procura apre un fascicolo

Torna su
PisaToday è in caricamento