rotate-mobile
Cronaca

Protesta per la salute di un cavallo in Piazza dei Miracoli

Per la mattina di domenica un attivista animalista aveva lanciato un presidio in Piazza Arcivescovado, poi l'azione davanti la Torre di Pisa. Sul posto la Polizia Municipale e la Polizia

Una lunga diretta Facebook, rimbalzata centinaia e centinaia di volte sul social, volta a sostenere la richiesta dello stop dell'uso dei cavalli per trainare le carrozze. Poi la promessa di denunciare il vetturino per maltrattamenti sugli animali e una futura lettera al Questore di Pisa e al Prefetto per segnalare di non aver effettuato controlli al mezzo come richiesto sul posto. E' questa l'azione di protesta ripresa in diretta per oltre un'ora che è andata in scena verso le 14.30 di ieri, domenica 26 giugno, all'ingresso di Piazza dei Miracoli, nell'area ombreggiata dai palazzi dove solitamente sosta il cavallo usato per i tour dei turisti. A realizzarla è stato l'attivista vegan e animalista Enrico Rizzi (366mila follower su Facebook), con lui anche Riccardo Manca di 'Codice Vegan'.

Per le ore 10 in Piazza Arcivescovado era stata lanciata una manifestazione contro l'uso degli animali per questa pratica turistica. Dopo il presidio, i 3 o 4 attivisti presenti in base alle immagini della trasmissione in diretta, a favore di telecamera, sono andati a chiedere conto al vetturino dello sforzo che il cavallo ha compiuto per la mattinata. E' stata ben presto coinvolta la Polizia Municipale, con in seguito anche l'arrivo della Polizia di Stato, per i toni che in alcuni momenti si sono accesi. La situazione è proseguita senza che ci fossero poi dei reali problemi di ordine pubblico. Dopo un'ora dall'inizio del live la carrozza stessa, fra le rimostranze degli attivisti, ha raccolto alcuni clienti e si è allontanata per un giro turistico. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protesta per la salute di un cavallo in Piazza dei Miracoli

PisaToday è in caricamento