Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Piazza Garibaldi: protesta della comunità indiana per la nuova legge sulla cittadinanza

Il presidio critica il 'Citizenship Amendment Act' entrata in vigore a gennaio in India

Nel pomeriggio di oggi, 1 febbraio, in Piazza Garibaldi a Pisa si è svolto alle ore 15 il presidio della comunità indiana contro il 'Citizenship Amendment Act', legge sull'immigrazione varata dal governo indiano entrata in vigore a gennaio. In patria si sono verificate nelle scorse settimane proteste, anche con scontri violenti, in molte città. 

La misura avversata "garantisce la cittadinanza - hanno spiegato al presidio - a indù, sikh, buddisti, giainisti, parsi e cristiani che sono entrati in India entro il 31 dicembre 2014 in fuga da persecuzioni religiose da tre paesi confinanti a maggioranza musulmana: Afghanistan, Bangladesh e Pakistan, escludendo musulmani e altri soggetti. Se combinata con il National Register of Citizens (NRC) questa legge potrebbe portare i musulmani 'senza adeguata documentazione' che vivono in India per decenni ad essere dichiarati apolidi mentre gli indù e le altre religioni potrebbero ottenere un modo semplice per la cittadinanza avendo vissuto in India per 5 anni dal 2014 invece del requisito di 11 anni. Le persone che non si trovano nel NRC potrebbero essere sottoposte a trattamenti diversi e presumibilmente essere collocate nei campi di detenzione o potrebbero anche essere espulse a seconda del caso". 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Garibaldi: protesta della comunità indiana per la nuova legge sulla cittadinanza

PisaToday è in caricamento