Periferie pisane unite nella lotta: nasce il Comitato interquartiere

Dopo il blocco del cavalcavia di Sant'Ermete, al centro delle proteste dei residenti che chiedono maggiore illuminazione, marciapiedi e un rifacimento del manto stradale, i rappresentanti del Comitato sono stati ricevuti in Prefettura: "Garantita solo la manutenzione ordinaria"

La protesta di fronte al Comune

Le periferie pisane uniscono le voci. Nasce oggi infatti un Comitato interquartiere, una sorta dunque di associazione tra i quartieri popolari cittadini che chiedono più attenzione alle problematiche di degrado. Da Sant'Ermete al Cep, da Gagno a San Giusto la protesta si è alzata nuovamente questo pomeriggio di fronte a Palazzo Gambacorti, sede del Comune, con un sit-in dei residenti.

Nel frattempo, dopo il blocco del cosiddetto 'cavalcavia della morte' di Sant'Ermete ieri pomeriggio, manifestazione che ha coinvolto tutta la popolazione del quartiere, commercianti e bambini compresi, questa mattina i residenti sono stati ricevuti in Prefettura dal viceprefetto vicario Valerio Massimo Romeo e dal capo di gabinetto del sindaco Maurizio Gazzarri. "Dopo averci ricordato che il blocco della circolazione è illegale e che siamo passibili di denuncia - ci racconta Andrea Giovannini dello Spazio Popolare Sant'Ermete - ci hanno garantito la manutenzione ordinaria del cavalcavia, vale a dire un controllo dell'illuminazione pubblica, la pulizia dei bordi della strada e una risistemazione delle scalette laterali. Questo però per noi è solo l'inizio, la manutenzione ordinaria deve essere sempre comunque garantita. L'unico punto positivo sta nel fatto che le istituzioni abbiano capito finalmente che la popolazione è stanca della situazione del quartiere. Ci hanno detto comunque che affronteranno la questione anche in Consiglio Comunale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, approvato il decreto scuola: ecco cosa cambia

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • In Toscana scatta l'obbligo delle mascherine: chi deve indossarle e in quali occasioni

  • Emergenza Coronavirus: distribuzione di mascherine a domicilio per i cittadini pisani

  • Coronavirus: 196 nuovi casi in Toscana, il dato più basso dall'inizio dell'epidemia

  • Coronavirus, i balneari pisani attendono con fiducia la bella stagione

Torna su
PisaToday è in caricamento