rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Cronaca

"Gestione fallimentare": il movimento Azione Studentesca 'chiude' le scuole

La protesta nazionale è andata in scena anche in alcune scuole di Pisa e provincia

Anche a Pisa e provincia Azione Studentesca ha dato corpo alla protesta nazionale riguardante la gestione delle scuole, giudicata "fallimentare". In particolare, davanti alle scuole 'Pesenti' di Cascina, al Liceo 'Buonarroti' di Pisa ed al complesso di Via Croce sempre a Pisa, sono stati affissi dei manifesti di 'chiusura delle scuole'.

“In questi giorni, i nostri militanti hanno simbolicamente 'chiuso' le scuole italiane per protesta contro un ministro che ha persino esultato per un rientro che si è dimostrato disastroso - commenta Anthony La Mantia, presidente nazionale di Azione Studentesca - dalle classi affollate, prive di riscaldamento e senza alcun sistema di ventilazione, al caos dei trasporti per via del Green Pass obbligatorio, fino alle migliaia di professori assenti e alle deleterie regole in caso di positività, metà dei ragazzi sono tornati in dad dopo neanche una settimana dalla fine delle vacanze di Natale".

“É inaccettabile che nonostante i miliardi di fondi del PNRR, i quali si aggiungono a quelli sprecati negli anni precedenti, si continuino a prendere decisioni scellerate e si penalizzi in maniera drammatica l'istruzione dei giovani, da anni depennati dalle agende di Governo, e li si costringa in aule fatiscenti e strutture obsolete" conclude il presidente di Azione Studentesca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Gestione fallimentare": il movimento Azione Studentesca 'chiude' le scuole

PisaToday è in caricamento