Sequestri contro gli abusivismi: firmato il protocollo per maggiori controlli

L'amministrazione traccia un bilancio delle ultime operazioni della Polizia Municipale e sigla l'accordo per un coordinamento con le forze dell'ordine e la Prefettura

Dieci sequestri amministrativi e due sequestri penali. Sono i risultati delle operazioni condotte dalla Polizia Municipale di Pisa nella settimana passata per contrastare i fenomeni di abusivismo commerciale e contraffazione delle merci. Dati che si aggiungono a quelli ottenuti dalla stessa Polizia Municipale nella settimana precedente (6-12 luglio), quando sono stati sequestrati 1.890 oggetti contraffatti tra giocattoli, materassini, ombrelloni, accendini, braccialetti e collane.

Le operazioni hanno riguardato in particolare la zona del Duomo, il centro storico e il litorale. Numerosa la merce che a seguito dei controlli è stata sequestrata, tra cui: 9 orologi, 29 braccialetti, 2 aste per selfie, 45 paia di occhiali, 64 cappelli, 1 flauto, 4 set da mare per bambini, 4 borse, 1 occhialino da nuoto, 70 braccialetti e collanine e 39 gonfiabili. Oggetto di sequestro anche 8 palloni, 5 racchettoni, 12 fucili ad acqua, 13 contenitori spray, 26 teli in cotone, 3 ombrelloni, 98 giocattoli di vario tipo, 47 marsupi.

Da segnalare anche l’arresto di una cittadina bosniaca autrice di un furto ai danni di un passante in centro città, un intervento per un tentativo di furto ai danni di una libreria del centro città e per un tentativo di scippo ad opera di due stranieri. Sono proseguiti inoltre, anche in abiti civili, i controlli ai pubblici esercizi per il rispetto delle ordinanze di somministrazione oltre che i controlli congiunti con la Polizia di Stato nel centro storico.

Soddisfatta l'assessore alla Polizia Municipale Giovanna Bonanno: "Sono buoni risultati quelli conseguiti nelle ultime settimane. Grazie all’impiego di un maggiore numero di agenti nei servizi notturni e sulle spiagge sono stati assicurati controlli più precisi e mirati per il rispetto delle misure previste dalle ordinanze del Sindaco, per la sorveglianza dei nostri arenili e per il controllo degli irregolari presenti sul territorio comunale. Garantire il rispetto delle regole e della legalità è uno degli obiettivi primari di questa amministrazione: lo confermano il nostro impegno, il lavoro profuso finora e i risultati delle operazioni poste in essere dal nostro corpo di Polizia Municipale a cui, naturalmente, non può mancare il mio più sentito ringraziamento".

Un passo ulteriore in questo senso è la firma, avvenuta oggi 22 luglio in Prefettura, del Protocollo di Intesa per il contrasto ai fenomeni dell’abusivismo commerciale e della contraffazione, nonché per la promozione dell’interscambio informativo e della cultura del consumo consapevole e legale. L’accordo prevede l’intensificazione delle attività di controllo, di prevenzione e di contrasto ai fenomeni di abusivismo commerciale e contraffazione, attraverso la collaborazione tra le Forze dell’Ordine, l’Amministrazione Comunale e la Polizia Municipale. Contemporaneamente prevede l’avvio di un’azione sinergica con le associazioni di categoria, espressione del mondo produttivo e commerciale più direttamente colpito dalla violazioni in questione, mediante forme di collaborazione con le Forze di Polizia e le altre istituzioni coinvolte. 

Il protocollo ha la durata di due anni ed è stato condiviso, oltre che dal Comune di Pisa e dalla Prefettura di Pisa, dalla Camera di Commercio e dalle associazioni di categoria per le rispettive competenze. I controlli potranno focalizzarsi, su indicazione della Prefettura, su determinati flussi turistici o eventi e manifestazioni. Saranno effettuati anche in forma congiunta con la Polizia Municipale di Pisa, che a sua volta organizzerà servizi mirati per contrastare ogni forma di concorrenza commerciale sleale. Il protocollo impegna anche Camera di Commercio e associazioni di categoria a fornire supporto alle imprese che alle Forze dell’Ordine impegnate nelle operazioni di prevenzione e contrasto e avviare campagne di sensibilizzazione, coinvolgendo anche le scuole, per fornire corrette informazioni riguardo i rischi e le conseguenze derivanti dall’acquisto da venditori abusivi di beni contraffatti.

"L’impianto del protocollo è basato sul coinvolgimento di tutti gli attori interessati - ha dichiarato il Prefetto Castaldo - è mia intenzione di verificare l’attuazione del Protocollo in sede locale, al fine di rafforzare il focus territoriale. Ringrazio tutti i partecipanti all’evento di oggi per la condivisione degli obiettivi in questa delicata materia, che richiede una forte azione corale".

"Ringrazio sua Eccellenza il Prefetto per aver dato vita e formalizzato questo importante protocollo - ha commenta l’assessore Bonanno - che rappresenta un ulteriore strumento per la lotta e il contrasto ad un grave fenomeno che reca non soltanto gravi danni all’economia, ma anche e soprattutto alla sicurezza e alla salute dei cittadini. Un protocollo che vede coinvolte tutte le Forze dell’Ordine, le varie associazioni di categoria oltre alla Camera di Commercio e alle varie istituzioni: grazie a questa collaborazione e coesione tra i soggetti coinvolti contiamo di essere più incisivi contro questo fenomeno, con l’obiettivo di debellarlo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I firmatari: il Prefetto di Pisa, Giuseppe Castaldo, anche in rappresentanza delle Forze di Polizia, il Magnifico Rettore dell’Università di Pisa, Paolo Mancarella, il Presidente della Camera di Commercio, Valter Tamburini, il Dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale - Ambito Territoriale di Pisa , Giacomo Tizzanini, i rappresentanti delle associazioni di categoria interessate (Unione Industriale, Confcommercio, Confesercenti, Cna, Confartigianato, Casartigiani). All’intesa hanno aderito anche 14 Comuni rappresentativi di tutte le arre del territorio: Pisa, Calci, Cascina, Capannoli, Castelfranco di Sotto, Crespina Lorenzana, Fauglia, Montopoli in Valdarno, Pontedera, San Miniato, Santa Croce sull’Arno, Santa Luce, Vicopisano e Volterra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nella notte a San Piero a Grado: muore 26enne

  • Elezioni regionali Toscana 2020: exit poll e proiezioni

  • Ripartenza scuola e Coronavirus: mezza classe del liceo in quarantena a Pontedera

  • Coronavirus a scuola, tre studenti positivi: quarantena per compagni di classe e insegnanti

  • Cadavere di un anziano trovato in un fosso in zona La Fontina

  • Coronavirus in Toscana, 143 nuovi casi: 38 positivi in più a Pisa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento