Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca

Accoglienza diffusa a Pisa: infopoint turistici anche nelle strutture ricettive

Il protocollo siglato tra Comune e albergatori pisani sarà in vigore fino al 31 dicembre

Una rete informativa diffusa per garantire l’accoglienza dei turisti in città in modo sempre più professionale, aggiornato e organizzato. Al fianco degli InfoPoint istituzionali di piazza Duomo, piazza XX settembre e nel periodo estivo di Tirrenia, infatti, saranno a breve attivati anche i punti di informazione turistica all’interno delle strutture ricettive aderenti al protocollo d’intesa presentato giovedì 23 marzo, davanti agli albergatori della città e del litorale. Erano presenti anche i referenti di Confesercenti e Confcommercio. Il protocollo potrà essere sottoscritto anche nei prossimi giorni.

"Pisa è una grande meta del turismo internazionale e lo scorso anno ha ricominciato ad attrarre visitatori come nel periodo pre-pandemico, come confermano i dati - ha detto il sindaco Michele Conti - Il settore alberghiero in questi anni ha sofferto molto ma nonostante tutto molte strutture stanno facendo investimenti rilevanti per migliorare la qualità della propria offerta e di questo voglio ringraziare in primo luogo i titolari che dimostrano di credere nel settore. Noi, oggi, proponiamo un percorso che può aiutare gli operatori nel promuovere al meglio la città nel suo complesso, con tutte le sue attività, musei, eventi, luoghi di arte e di storia, soprattutto fuori dallo spazio circoscritto della piazza del Duomo".

"Nell’ultimo anno abbiamo visto tanti ospiti anche sui lungarni, grazie anche alle iniziative di grande richiamo come quelle di Palazzo Blu, del museo della Antiche navi, ma anche il museo della Grafica e al museo di San Matteo. Tutte realtà che vogliamo mettere ancora più in connessione tra loro. Il Comune in questi anni ha fatto tanto per migliorare il decoro urbano, e realizzato interventi su opere di grande pregio artistico e architettonico come la cappella Sant’Agata e il nuovo tratto di mura del Giardino Scotto che da vemerdì 24 marzo sarà a disposizione di tutti, anche dei turisti".

"Una città a forte vocazione turistica come Pisa - ha detto l’assessore al turismo Paolo Pesciatini - deve sempre di più caratterizzarsi e affermarsi anche come destinazione internazionale, accogliente e inclusiva, capace con la propria offerta di rispondere a una domanda sempre più globale. Questo significa quindi una nuova governance del settore. Il turismo non può più permettersi improvvisazioni e pertanto, all’interno del Piano di sviluppo turistico che abbiamo adottato, sono previste una serie di azioni affinché Pisa possa consolidarsi nei mercati turistici internazionali".

"In questi anni abbiamo consolidato l’Infopoint di piazza Duomo, grazie all’accordo stipulato con l’Azienda Ospedaliera, abbiamo aperto quello in piazza XX Settembre e confermato quello di Tirrenia. Uno degli obiettivi sarà quello di aprire nuovi infopoint alla Stazione e all’aeroporto. In questa fase chiediamo la partecipazione di tutti gli attori e operatori del settore in città, a partire dagli albergatori con i quali abbiamo dato vita a un progetto di infopoint diffusi che si aggiungeranno agli esistenti, per istituzionalizzare il ruolo fondamentale che le strutture ricettive svolgono nei confronti degli ospiti. Il protocollo prevede anche sinergiche formazioni del personale dipendente e la fornitura di materiale specifico e di una grafica coordinata con 'Pisa Is', il marchio di destinazione turistica".

Obiettivo del protocollo è "sperimentare una formula di collaborazione tra pubblico e privato per migliorare l’accoglienza e offrire ai visitatori un servizio di informazione diffusa, integrato al sistema istituzionale dell’Ufficio IAT che renda più piacevole e interessante la permanenza in città e contribuisca a valorizzare tutte le eccellenze del nostro territorio. In particolare per favorire la circolazione delle informazioni di rilevanza turistica sul territorio per rendere più visibile la ricchezza delle proposte turistiche; costruire una rete di punti di accoglienza turistica mirata e diffusa, gestita da operatori in grado di offrire alcuni servizi turistici (prima accoglienza, informazione geografica, informazioni base sui maggiori eventi); adottare un linguaggio visivo comune che mostri una città che opera in maniera coordinata e consapevole". I soggetti firmatari del protocollo si impegnano quindi a collaborare affinché le strutture ricettive aderenti siano coinvolte nel sistema informativo turistico della città, realizzando una rete informativa diffusa in grado di migliorare l’esperienza di visita dei turisti e valorizzare il territorio.

Gli albergatori potranno quindi sviluppare e aggiornare le conoscenze personali e dei propri dipendenti, in materia d’informazione turistica locale e di servizi di pubblica utilità, partecipando agli aggiornamenti periodici di informazione/formazione che saranno organizzati con cadenza annuale dall’Ufficio IAT del Comune di Pisa; esporre in modo visibile in corrispondenza dell’ingresso alla struttura l’elemento grafico distintivo del progetto (vetrofania o equivalente) così che il turista/cliente possa intuire immediatamente la possibilità di accedere alle informazioni sulla città; assicurare che i/le receptionist utilizzino la cravatta/foulard, la spilla e lanyard porta badge con marchio territoriale 'Pisa is'; collocare ed esporre in apposito spazio presso la struttura alberghiera i materiali promozionali e turistici sulla città di Pisa, i suoi servizi ed eventi; accogliere il turista/cliente fornendo l’informazione turistica di base richiesta e promuovere le opportunità e i servizi della città nelle modalità acquisite durante i corsi di formazione e tramite il sito www.turismo.pisa.it; sviluppare un rapporto con lo IAT di Pisa, finalizzato al recepimento di informazioni sempre aggiornate sull’ attività, gli eventi e la proposta culturale della città.

Il Comune di Pisa s’impegna a organizzare aggiornamenti periodici di formazione tramite il suo ufficio IAT di piazza Duomo; rilasciare alla struttura ricettiva l’attestato di partecipazione al termine dei corsi di formazione e di aggiornamento; fornire l’elemento grafico distintivo del progetto (vetrofania), 2 cravatte, 2 foulard e 2 spille a marchio 'Pisa is' per gli addetti alla reception; mettere a disposizione di ogni struttura aderente i materiali informativi da esporre e distribuire ai turisti. La durata del protocollo è prevista fino al 31 dicembre 2023.

Nel 2022 sono state 82.505 i turisti transitati dai tre Infopoint di piazza Duomo, piazza XX Settembre-palazzo Gambacorti e Tirrenia (periodo estivo). Di questi 24.785 italiani (30%), 44.998 provenienti da paesi dell’Unione Europea (55%) e 12.722 da paesi extra Ue (15%). Tra i paesi di provenienza, oltre all’Italia, ci sono Francia (15.016), Spagna e Portogallo(12.192), Inghilterra (7.222), Stati Uniti (7028), Germania (6.610). Tra le maggiori richieste mappe della città (37%), informazioni varie (26%), musei e monumenti da visitare (7%), bagni pubblici (7%) e altre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoglienza diffusa a Pisa: infopoint turistici anche nelle strutture ricettive
PisaToday è in caricamento