Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Federalismo demaniale: al Comune palazzo Mosca in cambio della caserma dei Carabinieri

E' quanto previsito dal protocollo d'intesa firmato stamani, mercoledì 3 maggio, da Comune di Pisa e Agenzia del Demanio. Passa al Comune anche la golena d'Arno

Palazzo Mosca al Comune, in cambio della caserma dei Carabinieri e dell'immobile dove ha attulamente sede l'Avvocatura civica, in via della Scuola. E' questa una delle "partite" su cui si giocherà il protocollo d'intesa firmato questa mattina, mercoledì 3 maggio, a Palazzo Gambacorti da Comune di Pisa e Agenzia del Demanio. "Un protocollo - spiega l'assessore al Patrimonio, Andrea Serfogli - che sancisce la collaborazione tra i due enti per la permuta di beni immobili. L'idea è quella di ridurre le locazioni passive a carico dello Stato e per il comune di procedere nel piano di ottimizzazione e razionalizzazione del patrimonio immobiliare. Palazzo Mosca, di proprietà dello Stato e sede degli uffici comunali, passerebbe al Comune in cambio della caserma dei Carabinieri e di un immobile in via della Scuola (vicino via Palestro Nda) che verrebbe utilizzato dallo Stato per collocarvi gli uffici della Polizia giudiziaria".

La sottoscrizione del protocollo porterà alla costituzione di un tavolo tecnico per redigere le stime dell'operazione. "L'obiettivo - continua Serfogli - è quello di procedere con la permuta entro la fine dell'anno. Il tavolo valuterà inoltre la possibilità di individuare altri beni che potranno essere oggetto di permute ulteriori". Tra le ipotesi contenute nel protocollo il passaggio al Comune delle Logge dei Banchi e del sopra Logge dei Banchi. "Bisognerà - spiega Michele Baronti, dell'Agenzia del demanio di Livorno e Pisa - trovare un immobile di pari valore per completare la permuta e trovare una nuova collocazione per gli uffici dell'Archivio di Stato che attualmente hanno sede in quell'edificio".

Tra oggi e domani sarà inoltre completato il passaggio al Comune, sempre dal Demanio, della golena d'Arno. "Prendiamo in consegna - continua Serfogli - un'area di quasi 16 ettari in cui sitrovano 115 utilizzatori tra rimessaggi, ristoranti, circoli e quant'altro". Con questo passaggio sarà inoltre possibile definire in maniera più agevole sia il tema della riqualificazione dell'area lungo il viale D'Annunzio che quello delle concessioni dando così certezza di investimento agli operatori che gestiscono i rimessaggi che da anni chiedono una regolamentazione.

Nel 2015 sono stati 15 i beni che dal Demanio sono passati al Comune di Pisa gratuitamente. Tra questi, solo per ricordarne alcuni, il parco pubblico e la pista ciclabile alle Piagge, i giardini pubblici di lungarno Guadalongo, la pista ciclabile di lungarno Fibonacci, il giardino pubblico adiacente al carcere Don Bosco e alcune aree verdi a Pratale. Tra i beni che potrebbero seguire lo stesso percorso anche la stazione radio Marconi a Coltano "per la quale - conclude Serfogli - è necessario attendere il giuidizio sul progetto di recupero e valorizzazione del bene che abbiamo presentato".


Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Federalismo demaniale: al Comune palazzo Mosca in cambio della caserma dei Carabinieri

PisaToday è in caricamento