rotate-mobile
Cronaca

Cultura: firmato il protocollo d'intesa per 'Pisa Percorsi Museali'

Gli enti museali cittadini si mettono in rete per migliorare l'offerta e creare un sistema unificato

Pisa mette a sistema tutti i suoi musei e crea una rete che punta al miglioramento della promozione turistica, con offerte studiate e mirate per i differenti target di visitatori, e all'uniformazione delle proposte culturali. Con questo intento è stato firmato nei giorni scorsi il protocollo d'intesa per 'Pisa Percorsi Museali', in cui confluiscono sia gli enti museali del territorio che le amministrazioni competenti: Comune di Pisa, Direzione regionale Musei della Toscana, Fondazione Pisa, Opera della Primaziale Pisana, Soprintendenza dei beni culturali, Sistema museale d'Ateneo.

I firmatari del protocollo, che avrà una validità di tre anni, si impegnano a istituire un Comitato esecutivo (presieduto dal sindaco di Pisa o da un suo delegato, e un Comitato scientifico, composto da soggetti attivi in ambito culturale: questo organo di volta in volta stilerà il programma e il piano delle attività da sottoporre al vaglio del Comitato esecutivo. "E' un momento storico per la nostra città - ammette con orgoglio l'assessore alla Cultura Pierpaolo Magnani - attorno al tavolo sono riuniti tutti i principali protagonisti dell'offerta culturale pisana. Il percorso è partito con la candidatura a Capitale della cultura, coordinata dal professor Matteoni, che ricoprirà il ruolo di coordinatore anche nel nuovo Comitato scientifico. La rete PPM punterà a sviluppare una visione sinergica, rispettando seriamente le peculiarità di ciascuna realtà museale".

Un progetto ambizioso che Chiara Bodei, presidente del Sistema Museale d'Ateneo, "vede ricco di molteplici sviluppi futuri. Primo fra tutti la diffusione della conoscenza di luoghi della cultura più nascosti: Pisa ne è ricchissima". Anche il Museo nazionale di San Matteo e Palazzo Reale "entreranno con entusiasmo nel nuovo sistema" garantisce Pierluigi Nieri, dirigente della Direzione regionale Musei della Toscana. A Palazzo Blu il primo passo nella nuova rete "sarà mosso con la mostra temporanea su Haring - spiega Alessandro Cerami, coordinatore delle mostre di Palazzo Blu - punteremo a creare legami innovativi tra città, territorio e cultura". La rete PPM sarà coordinata da un sistema informatico innovativo, curato dal professor Antonio Cisternino, "con l'idea guida di creare un laboratorio di multimedialità applicata".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura: firmato il protocollo d'intesa per 'Pisa Percorsi Museali'

PisaToday è in caricamento