Ospedaletto: firmato il protocollo d'intesa per riqualificare l'area produttiva

Enti locali ed associazioni di categoria insieme per definire il futuro dell'area ed attrarre investimenti

E' stato firmato stamani 24 luglio a Firenze il protocollo d’intesa per la riqualificazione dell’area produttiva di Ospedaletto. A sottoscrivere il documento sono stati il sindaco di Pisa Michele Conti, l’assessore regionale alle attività produttive Stefano Ciuoffo, i rappresentanti dell’Unione Industriale Pisana, della Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Pisa, della Confederazione Nazionale Artigianato di Pisa, della Confcommercio Pisa, della Confesercenti Toscana Nord, dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Pisa e dell’ Ordine degli Ingegneri.

Con questo accordo le parti si impegnano a definire congiuntamente i contenuti di un progetto di riqualificazione dell’area finalizzato a potenziare i servizi e promuovere l’attrazione di investimenti. In particolare il Comune di Pisa, in raccordo con le associazioni di categoria, si impegna a predisporre una proposta di massima contenente gli interventi, pubblici e privati, finalizzati alla riqualificazione dell’area, e le azioni di valorizzazione e promozione di Ospedaletto. La Regione dal canto suo, sulla base della proposta, si impegna a individuare possibili linee di finanziamento previste dagli strumenti di programmazione regionale e a collaborare con il Comune, le associazioni e gli enti interessati alla predisposizione di azioni di promozione e valorizzazione dell’area per favorire nuovi insediamenti all’interno delle attività di Invest in Tuscany.

"La firma del Protocollo è un primo importante passo - ha dichiarato il sindaco Conti - per la riqualificazione di un’area di grande importanza per la nostra città. L’area produttiva di Ospedaletto costituisce una zona di carattere strategico per promuovere la crescita della presenza produttiva, artigianale e industriale oltre che di servizi, non solo per Pisa ma per l’intera fascia costiera, anche grazie alla sua posizione geografica e all'ottimo collegamento stradale con tutta la Toscana, garantito dalla vicinanza con la Fi-Pi-Li e con l'Autostrada A1. La nostra amministrazione ha già dimostrato con degli atti concreti di lavorare per valorizzarla, eliminandone le criticità e promuovendone le potenzialità. Basti pensare al grande lavoro che abbiamo avviato nel novembre scorso con l’inizio del percorso per il superamento definitivo dell’insediamento abusivo in via Maggiore Oratoio: un elemento di forte criticità, una convivenza forzata che ha reso meno attrattiva l’area e creato gravi problemi ai molti imprenditori che hanno lì la loro attività. Su 280 persone presenti nell’insediamento, ne sono già uscite circa 130 e altre 70 usciranno a breve. Contiamo entro il prossimo anno di completare il lavoro, mentre le operazioni di bonifica dei terreni sono già iniziate proprio in questi giorni".

"Per quanto riguarda invece - ha proseguito Conti - la valorizzazione delle potenzialità, abbiamo portato al Tavolo Infrastrutture attivo presso la Camera di Commercio di Pisa le istanze che riguardano la viabilità e il reperimento delle risorse per una migliore logistica, elementi che permetterebbero il definitivo salto di qualità all’area di Ospedaletto. Teniamo presente che si tratta di un’area dove si sono già insediate importanti realtà industriali, di cui alcune fortemente basate sull’innovazione tecnologica, che hanno scelto l’area industriale di Pisa proprio per sfruttare l’indotto di ricerca e di formazione d’eccellenza di cui dispone la nostra città, grazie alla presenza del nostro prestigioso ateneo, delle scuole superiori di eccellenza e dei centri di ricerca. Quello a cui siamo di fronte oggi non è dunque un traguardo, ma un punto di partenza che ci impegniamo a sviluppare con tutti i soggetti coinvolti a partire dalle prossime settimane, affinchè l’area produttiva di Ospedaletto possa diventare sempre più attrattiva e propositiva in termini di sicurezza, offerta di servizi e di collegamento con l’indotto dell’innovazione e della ricerca, quale valore aggiunto che caratterizza il nostro territorio".

firma protocollo area ospedaletto-2

Nel corso della conferenza stampa, sottolineando l’importanza della sinergia fra soggetti diversi per l’area di Ospedaletto, sono intervenuti Patrizia Pacini, presidente dell’Unione Industriali; Simone Romoli, responsabile Confesercenti Toscana Nord Pisa; Alessio Giovarruscio per la Confcommercio di Pisa; Giuseppe Sardu CNA Pisa; Patrizia Bongiovanni, presidente dell’Ordine degli Architetti di Pisa; Chiara Fiore, presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Pisa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Con la firma di questo protocollo - ha dichiarato Patrizia Pacini, promotrice dell’iniziativa - raggiungiamo una tappa che come industriali ci siamo dati circa un anno fa, finanziando un progetto di fotografia dello stato dell’arte e di riqualificazione di tutta l’area di Ospedaletto. Tale progetto ha dato via ad una serie di incontri, confronti tra imprenditori, enti e professionisti. Abbiamo creato un tavolo di confronto tra le categorie per individuare i punti chiavi su cui intervenire: strade, servizi all’utenza, mobilità pubblica, riqualificazione di edifici e molto altro. Attraverso anche il coordinamento con Confindustria Toscana siamo riusciti a raggiungere questa prima tappa con la Regione che ritengo fondamentale, e che spero dia presto i suoi frutti con i il partire dei primi cantieri per la riqualifica urbanistica dell’area utile ad attrarre investimenti e  a migliorare la qualità della vita di chi nell'area lavora".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • Coronavirus, 305 nuovi casi in Toscana: salgono a 4.122 i contagi dall’inizio

  • Coronavirus: primi esiti positivi in pazienti trattati con farmaco 'anti-terapie intensive'

  • Coronavirus: al via i tamponi in auto, come i 'pit stop'

  • Coronavirus: 290 nuovi casi positivi in Toscana

  • Coronavirus: 196 nuovi casi in Toscana, il dato più basso dall'inizio dell'epidemia

Torna su
PisaToday è in caricamento