Protocollo d’intesa per la scuola per sostenere le buone pratiche in materia di igiene e prevenzione

L'accordo è stato siglato tra Asl Toscana Nord Ovest e le Conferenze Zonali dell'Educazione e Istruzione della Zona Pisana, Valdera e Val di Cecina, la Provincia di Pisa e l'Ufficio Scolastico Regionale-Ambito di Pisa

Con l'approssimarsi dell'avvio dell'anno scolastico 2020-2021, l'Azienda USL Toscana nord ovest ricorda che è stato firmato nei giorni scorsi un importante protocollo d'intesa proposto dal Dipartimento di Prevenzione dell’Asl, al quale hanno aderito le Conferenze Zonali dell'Educazione e Istruzione della Zona Pisana, Valdera e Val di Cecina, la Provincia di Pisa e l'Ufficio Scolastico Regionale-Ambito di Pisa.
Il protocollo è volto a sostenere le scuole, i servizi educativi e gli enti locali, ad attivare sinergie e diffondere buone pratiche in materia di igiene e prevenzione, nel sistema integrato di educazione e istruzione 0-18 anni.

Il Dipartimento di Prevenzione, soggetto proponente il progetto nonchè ente capofila, ritiene che tale protocollo costituisca un importante strumento per rafforzare la collaborazione interistituzionale e sostenere le scuole e i servizi educativi in virtù della stretta collaborazione tra i soggetti firmatari.
Il protocollo, al quale hanno aderito anche le Reti delle Scuole per l'Ambito 18 e 19, vede la costituzione di una struttura permanente di riferimento, sia per attività di prevenzione che in caso di eventuale peggioramento della situazione epidemiologica, ed ha consentito la creazione di un Comitato Tecnico-Scientifico a cui partecipano i referenti del Dipartimento di Prevenzione (responsabili unità funzionali IPN delle zone Pisana, Alta Val di Cecina Val d’Era ed anche Bassa Val di Cecina), i presidenti delle Conferenze Zonali, i referenti degli organismi di coordinamento zonali, un rappresentante dell'Ufficio Scolastico Regionale, uno per la Provincia ed uno per ognuna delle Reti di Scuole.

Fra le finalità del protocollo riveste carattere di particolare importanza l'individuazione, all'interno del Dipartimento di Prevenzione, di uno specifico referente per garantire una risposta rapida in caso di peggioramento della situazione epidemiologica, che possa raccordarsi con i vari attori del sistema e dare una risposta rapida in caso di criticità.
Come previsto dal Piano Scuola 2020-21 e dal Protocollo d’intesa del Ministero dell’Istruzione del 6 agosto, in un quadro che presenta ancora incertezze sul percorso da seguire per le scuole, è necessario predisporre un metodo di raccordo tra sistema scolastico e sistema sanitario nazionale, per supportare le istituzioni scolastiche nella ripresa delle attività in piena sicurezza.

Il direttore del Dipartimento di Prevenzione dell'Azienda USL Toscana nord ovest Ida Aragona esprime soddisfazione per il carattere innovativo del protocollo e per la stretta collaborazione interistituzionale che è stato possibile attivare grazie a questo accordo. La dottoressa Aragona sottolinea inoltre la volontà del Dipartimento di Prevenzione di estendere questo progetto pilota, nato nelle Zone Pisana, Valdera e Val di Cecina, agli altri ambiti territoriali dell’Azienda USL Toscana nord ovest.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Strutture sociosanitarie: focolai in tre centri del pisano

  • Positivo al Covid si barrica nella stanza dell'ospedale Cisanello

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

Torna su
PisaToday è in caricamento