rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca

Quando lo sport è davvero per tutti: accordo Comune, Coni e Comitato paraolimpico

Grazie ad un protocollo firmato giovedì mattina è stata siglata la volontà di diffondere sempre di più lo sport tra i cittadini, a cominciare dagli istituti scolastici. Sinergia per valorizzare al massimo gli impianti del territorio

Protocollo d’intesa sottoscritto questa mattina a Palazzo Gambacorti dal sindaco di Pisa Marco Filippeschi, dal presidente regionale del Coni, nonché assessore comunale allo sport, Salvatore Sanzo, da quello del Comitato paraolimpico della Toscana Massimo Porciani e dai delegati provinciali di Coni e Comitato paraolimpico, rispettivamente, Giuliano Pizzanelli e Pierangelo Pardini. Un documento, "che - come ha spiegato il primo cittadino - costituisce un altro passo importante per fare di Pisa, sempre di più, una città in cui l’attività sportiva è realmente alla portata di tutti, un impegno a cui stiamo lavorando da tempo e di cui sono tessere fondamentali anche 'Pisa città che cammina', il progetto sperimentale che abbiamo ideato insieme al professor Pinchera e che si propone d’incentivare la pedonabilità del centro cittadino attraverso una pluralità d’interventi di tipo socio-culturale e ambientale ma anche urbanistico, e le manifestazioni che valorizzano al massimo la cornice storico-artistica e ambientale del nostro territorio come la 'Pisa Marathon' o la 'Mezza maratona Città di Pisa': con questo protocollo, infatti, diamo il via ad una sinergia virtuosa fra chi, come l’amministrazione comunale, gestisce molte strutture sportive sul territorio, e soggetti, quali il Coni e il Comitato Paraolimpico, che hanno le competenze e le capacità per valorizzare al massimo le potenzialità degli impianti a vantaggio delle associazioni sportive e di tutte le altre realtà in cui si pratica attività sportiva di base, a cominciare proprio, dalle scuole".

Soddisfatto, ovviamente, anche il presidente regionale del Coni e assessore comunale allo Sport, Salvatore Sanzo: "Con questa intesa assicuriamo una cornice e competenze adeguate ad iniziative che già ci sono ma che necessitano di essere rafforzate e tracciamo pure le linee guida per altre, su cui investire nel prossimo futuro".

Quattro le linee d’azione individuate nel protocollo.
In primo luogo la sperimentazione dell’educazione motoria già nella scuola primaria, rafforzando ed estendo esperienze come “Gioco Sport”, progetto avviato nel dicembre scorso dal Coni e a cui hanno aderito già cinque scuole elementari cittadine (Gamerra, Galilei, Fucini, Biagi e Fibonacci) che prevede la presenza nelle strutture scolastiche, a sostegno delle insegnanti, di laureati in scienze motorie piuttosto che diplomati Isef o istruttori di settore giovanile, anche oltre l’orario scolastico obbligatorio e avviando compagne di prevenzione sul doping che coinvolgano le scuole elementari e medie.

La seconda linea d’intervento, invece, riguarda la volontà dell’amministrazione comunale di offrire alle associazioni sportive cittadine affiliate al Coni e iscritte nell’albo comunale dello sport la possibilità di utilizzare, a costi sostenibili, le palestre e le altre strutture sportive delle scuole, ovviamente in orario pomeridiano e previa convenzione e accordo specifico con l’istituto scolastico.

Quindi l’impegno per "il miglioramento e l’adeguamento del patrimonio delle strutture dell’amministrazione comunale" e, qualora fosse possibile mettere in programma qualche investimento più sostanzioso per realizzare nuovi impianti, puntare "su progetti prevalentemente a carattere polifunzionale".

Infine la premiazione e valorizzazione dei talenti sportivi pisani, anche attraverso una premiazione annuale degli atleti più meritevoli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quando lo sport è davvero per tutti: accordo Comune, Coni e Comitato paraolimpico

PisaToday è in caricamento