Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Protocolli anti-Covid, ansia e sogni: partite le prove di ammissione alla Scuola Superiore Sant'Anna

Gli aspiranti allievi provengono da tutta Italia. Collegi pronti ad accogliere le matricole con nuovi regolamenti

Al cancello d'ingresso del polo universitario 'Porta Nuova', dietro a via Contessa Matilde, si concentrano sogni, ansie, aspettative e progetti di vita. Un concentrato di emozioni e sensazioni favorito dall'avvio delle prove scritte di ammissione al nuovo anno accademico della Scuola Superiore Sant'Anna. Nel pomeriggio di giovedì 26 agosto si sono 'aperte le danze' con il primo dei due test dedicati alla classe di Ingegneria, al quale hanno partecipato 120 aspiranti allievi. Provenienti da ogni angolo d'Italia, a conferma che l'eccellenza accademica pisana c'è, resiste alla crisi imposta dal Covid e, anzi, rilancia sull'offerta formativa e culturale.

"Sono consapevole di concorrere per il top a livello universitario in Italia" confessa Andrea, arrivato attorno all'ora di pranzo dalla provincia di Siena. "La Scuola Superiore Sant'Anna rappresenta un'opportunità totalizzante: sul piano didattico, formativo e culturale è il massimo al quale uno studente possa ambire". Gli fa eco Lorenzo, giunto sotto la Torre da Carrara: "Superare la prima fase della selezione era di per sé un sogno. Essere alla seconda fase, giocarmela alle prove scritte e al colloquio orale, è qualcosa che va oltre. Sono emozionato ma anche molto carico e concentrato. Riuscire ad accedere alla Scuola rappresenterebbe un grande passo per il mio futuro". E anche Andrea da Montespertoli sottolinea: "La Scuola Sant'Anna rappresente un unicum in Italia per eccellenza accademica, di ricerca e interconnessione con la vita sociale e culturale della città. Mi affascina molto anche la vita collegiale".

Tra il centinaio di aspiranti allievi radunati quest'oggi al polo 'Porta Nuova', il corpo docenti della Scuola Superiore Sant'Anna cerca "la brillantezza del pensiero e l'imprevedibilità del talento" come sottolinea il professor Antonio Frisoli, docente ordinario di Ingegneria e presidente della Commissione esaminatrice di questa classe. "L'innovazione è alla base degli insegnamenti del corso - aggiunge - perciò ricerchiamo profili preparati sul piano nozionistico, ma anche in grado di calarsi al meglio nella realtà sociale e culturale della Scuola". Proprio questo aspetto sarà uno dei temi più approfonditi dal colloquio orale che i candidati sosterranno dopo la seconda prova scritta di fronte alla commissione: "La collegialità è uno degli aspetti peculiari della Scuola - conferma la dottoressa Francesca Gattai, responsabile della Segreteria degli Allievi ordinari - occorre essere pronti ad affrontare questa esperienza".

Gattai prosegue illustrando alcune delle norme che regoleranno la vita quotidiana all'interno delle aule, dei laboratori di ricerca, delle mense e dei collegi della Scuola: "Dal 1 settembre scatterà l'obbligo del Green pass anche per gli studenti, oltre che per tutto il personale docente e i lavoratori dell'istituto. La Commissione Infosalute è al lavoro per stilare un protocollo nuovo nel quale sia compresa anche questa ulteriore novità. Rimangono poi, ovviamente, le altre regole anti-contagio di base: igienizzazione, mascherina, misurazione della temperatura all'ingresso di locali comuni al chiuso. Inoltre nei collegi tutte le stanze sono state modificate a uso singolo, per prevenire la promiscuità e il rischio della nascita di focolai. E tutti colori i quali vivranno per un periodo di tempo prolungato al di fuori dei collegi, una volta tornati a Pisa dovranno obbligatoriamente presentare il risultato negativo di un test antigenico effettuato nelle 48 ore precedenti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protocolli anti-Covid, ansia e sogni: partite le prove di ammissione alla Scuola Superiore Sant'Anna

PisaToday è in caricamento