Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Provincia: bando per la concessione di varie aree del demanio idrico

Si trovano una nel comune di Cascina, una in quello di Vicopisano e 8 in quello di Pisa: tra queste ultime anche i terreni, in città, degli “Orti del Cep”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

La Provincia di Pisa ha indetto una procedura aperta ad evidenza pubblica per l’aggiudicazione in concessione di dieci aree del demanio idrico del proprio territorio (specificamente, 8 nel comune di Pisa e una a testa in quelli di Cascina e Vicopisano), per ciascuna delle quali sono individuati gli usi consentiti e i requisiti di partecipazione. L’avviso e i suoi allegati sono consultabili sul sito dell’ente, www.provincia.pisa.it, nella sezione “Bandi di gara” (pagina interna “gare”): gli aggiudicatari avranno la possibilità di ottenere  le concessioni per un periodo di 12 anni.
Partiamo dalle superfici ricadenti nella zona di Pisa. Sulle 8 totali, 5 corrispondono ai campi conosciuti come gli “Orti del Cep”: ubicati nell’omonimo quartiere, si affacciano sulla riva destra dell’Arno; presentano estensioni varie (nell’ordine 239, 409, 434, 258 e 720 metri quadri circa); e prevedono, come destinazione d’uso, attività di tipo esclusivamente ricreativo. Diverso il caso dell’area collocata sempre lungo l’Arno, ma più avanti in direzione mare, lungo il viale D’Annunzio in località Luicchio: estesa su 3.224 mq, comprende anche un pontile di 150 metri e sarà fruibile come rimessaggio barche. Infine, ad attività produttive è indirizzato un sesto terreno, situato nella frazione di Riglione per un ampiezza di 4390 mq; mentre si torna infine a una destinazione ricreativa per un appezzamento di 558 mq, a Ripafratta lungo l’omonimo canale.
Passiamo alle 2 aree che si trovano al di fuori del capoluogo. La prima è nel comune di Cascina, per l’esattezza in località Barca di Noce (dimensioni 77 mq, uso consentito di tipo ricreativo); la seconda è in quello di Vicopisano, precisamente a San Giovanni alla Vena (dimensioni 3.650 mq: uso consentito, anche qui, di tipo ricreativo).
Come specificato nell’avviso, gli interessati dovranno presentare l’offerta e la documentazione necessaria entro lunedì 3 settembre prossimo 2012; e per avere informazioni preventive, contattare i numeri 050-929.782, 581 e 558. “Questa, per la Provincia – spiega l’assessore alla difesa del suolo Valter Picchi – è la seconda ‘tornata’ di offerte in concessione di parti del proprio demanio, dopo il bando del 2011 (per due aree a Pontedera e Bientina), che fu il primo ad evidenza pubblica, una novità assoluta dunque, effettuato a seguito dell’approvazione, da parte del consiglio provinciale, dello specifico Regolamento del demanio idrico. Un patrimonio per la cui gestione – prosegue Picchi – la nostra amministrazione ha anche compiuto un altro passo avanti: la firma nei mesi scorsi, con l’Agenzia nazionale del Demanio per Toscana e Umbria, di una collaborazione per l’assegnazione di terreni (e manufatti) di proprietà statale che risultano indivisi da quelli appartenenti alla Provincia. Da tale accordo è nato un primo avviso di gara congiunto per la concessione di tre aree lungo il Viale D’Annunzio, la cui scadenza è fissata al 31 luglio prossimo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia: bando per la concessione di varie aree del demanio idrico

PisaToday è in caricamento